Giovedì 5 maggio
Chiesa di San Domenico, via Lamarmora.
Ore 18.30, presentazione del libro “Come abbraccio di madre. Le Figlie di San Giuseppe in Sardegna” di Nicola Faedda e inaugurazione della mostra fotografica.

Venerdì 6 maggio
Museo Diocesano Arborense, Piazza Cattedrale.
Ore 18.30, Inaugurazione della Sala San Pio X con l’esposizione del Dossale “Madonna con Bambino e Santi” e apertura della mostra “Ecclesia Sancte Marie”.

Sabato 7 maggio
Liceo artistico “Carlo Contini”, Via Gennargentu.
Ore 9.30, Inaugurazione della mostra di grafica ospitata nello spazio espositivo “Secondo piano”, dal titolo “ISKÌDA” in collaborazione con le Edizioni Condaghes e alla presenza dell’autore Andrea Atzori e delle illustratrici Daniela Orrù e Daniela Serri.

Monumento ai Caduti di tutte le guerre, Piazza Mariano.
Ore 10.00, Cerimonia di inaugurazione dell’edizione di Monumenti Aperti

Chiesa di San Mauro, Via Sant’Antonio.
Ore 11.00, Concerto degli alunni della Sezione musicale della Scuola Secondaria di Primo Grado “G. Deledda” di Oristano.

Piazza Eleonora.
Ore 11.00, Flash Mob del gruppo “Snake Platform”

Museo Diocesano Arborense, Piazza Cattedrale.
Ore 17.30 – Il racconto di un dipinto medievale tra colore e musica. Il dossale Madonna con Bambino e Santi. A cura di Nicoletta Usai dell’Università degli Studi di Cagliari

Domenica 8 maggio
Ponte romano sul Tirso
Ore 10.30 – Visita guidata a cura di Stefania Atzori, Francesca Loi e Salvatore Sebis

Chiostro del Carmine, Via Carmine
Ore 18.30, Concerto per Coro di Voci Bianche dei Cori dell’Istituto N. 2 “Bellini”: “Coro Arcobaleno” (Scuola Primaria) diretto dalla docente Marika Mereu e “Coro Bellini” (Scuola Primaria e Secondaria) diretto dalla Prof.ssa Patrizia Ibba.

MOSTRE
Nei giorni della manifestazione sarà possibile visitare le seguenti mostre:

Mostra fotografica “Come abbraccio di madre. Le Figlie di San Giuseppe in Sardegna”.
Chiesa di San Domenico. Aperta fino al 12 maggio.
Archivio di Stato, Piazza Ungheria

Mostra “I Sardi e la Grande Guerra” con uno speciale dedicato alla figura di Antonio Gramsci.
La visita sarà guidata dagli studenti del Liceo Classico “De Castro” che, nell’ambito del progetto di alternanza scuola lavoro, hanno lavorato alla schedatura del Fondo delle Scuole Elementari di Ghilarza, e hanno collaborato all’allestimento.
Durante la mattina gli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado di Ghilarza, eseguiranno
brani musicali e letture tratte dalle “Lettere dal Carcere”.
Sarà possibile visitare la mostra la mattina di sabato 7 maggio.

Museo Diocesano Arborense, Piazza Cattedrale.
Esposizione del Dossale “Madonna con Bambino e Santi” del XIII sec. Nella Sala San Pio
X e Mostra “Ecclesia Sancte Marie” che con il rinnovato allestimento della Galleria del Capitolo Metropolitano, vede protagonista il passato medievale della Cattedrale di Santa Maria Assunta. Per la prima volta in assoluto, è possibile ammirare, riunite, opere quali i picchiotti del maestro Placentinus e i codici miniati duecenteschi, unitamente ad alcuni frammenti scolpiti dell’antica Cattedrale, recentemente rinvenuti. La Galleria ospita anche la preziosa Annunziata del primo
Quattrocento, tra le più importanti statue lignee dell’Isola.

Palazzo Corrias-Carta , Piazza Eleonora.
Presso il giardino e i vecchi magazzini, gli alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado “L. Alagon” presentano “Il costume tradizionale di Oristano raccontato dai ragazzi”.

Archivio Storico Comunale, Piazza Eleonora.
Esposizione di Pergamene e carte antiche presso la Sala Giudicale situata al piano terra del Palazzo degli Scolopi.

Hospita lis Sancti Antoni, ex Asilo Infantile Sant’Antonio, Via Sant’Antonio.
Mostra fotografica “Il meraviglioso mondo di Dorina”.
Storia dell’Istituto, attraverso le immagini del fondo fotografico donato dalla signora Dorotea Mereu. A cura dell’Archivio Storico del Comune di Oristano e del Liceo Classico “De Castro”, nell’ambito del progetto di alternanza scuola lavoro.

Liceo Artistico “Carlo Contini”, Via Gennargentu.
Mostra di grafica ospitata nello spazio espositivo “Secondo piano”, dal titolo “ISKÌDA” in collaborazione con le Edizioni Condaghes.

Teatro San Martino, via Ciutadella de Menorca.
Mostra di disegni di Skizzobarocco a cura di Valentina Scanu.

Sabato 7 e Domenica 8 maggio
Chie bolet podet finas fàghere sa bìsita a is monumentos cun ghia in limba sarda. Sa faina est contivigiada dae is dischentes de is Classes IV de s’Iscola primària “Sa Rodia” – Istitutu Cumprensivu nu 4 de Aristanis.

Itineràriu: Turre de Marianu II – Crèsia de Santa Crara – Antiquarium Arborense – Istàtua de Lionora de Arbarè – Crèsia de Santu Frantziscu e Cristos de Nicodemo.
Oràrios de is bìsitas in sardu: 10.00, 11.00, 12.00, 16.00, 17.00 e 18.00.