Il territorio di Santo Stefano Belbo misura poco più di 23 chilometri quadrati, si sviluppa ai margini delle Langhe, in un’area in gran parte collinosa costituita da marne calcaree ed arenarie, eccezion fatta per la piana alluvionale formata dal torrente Belbo. L’abitato è situato alla quota di 175 metri sul livello del mare, mentre i versanti che si sviluppano sui due lati del fiume raggiungono, soprattutto nel versante nord, quote di alta collina che culminano nei 590 metri della località Falchetto. Santo Stefano confina con i Comuni di Calosso, Camo, Canelli, Castiglione Tinella, Cossano Belbo, Loazzolo e Mango.

Santo Stefano è un mondo che conduce immancabilmente al suo passato storico, che si perde agli inizi dell’anno mille, così come nella storia più recente, quella raccontata da Cesare Pavese, illustre scrittore del novecento che nacque a Santo Stefano Belbo il 9 settembre 1908. A Santo Stefano tutto ricorda il grande poeta ed i suoi romanzi: dalle vie del centro alla casa natale, dai nomi delle località (il Salto, la Mora, il Nido, i Robini), alla casa di Nuto.

Santo Stefano Belbo non è solo cultura, infatti il Comune di Pavese è il maggior produttore del Moscato d’Asti e dell’Asti Spumante. Il fiume di quest’oro liquido che si ricava, raggiunge una portata davvero impressionante. Dagli oltre 1060 ettari coltivati a uve destinate alla produzione di vini D. O. C. G. e D. O. C. (45 % dell’intera superficie territoriale del Comune), si ottengono poco meno di 80mila ettolitri di vino, il 93 per cento dei quali di Moscato, nelle due versioni, Asti Spumante e Moscato d’Asti D. O. C. G. Tra gli altri vini, buona consistenza hanno anche le produzioni di Dolcetto d’Alba, Barbera d’Alba, Langhe Chardonnay, Langhe Freisa e Langhe Favorita. Il Comune di Santo Stefano Belbo, nel corso dell’anno, organizza una importante serie di manifestazioni tra cui si ricordano le manifestazioni allestite dalla Fondazione Cesare Pavese (tra tutti il Pavese Festival) unitamente alle varie mostre e premi letterari e di scultura organizzati dal Cepam. Oltre agli eventi di carattere più strettamente culturale, spiccano le feste organizzate dall’Ente comunale per il Turismo e dalla Pro Loco, tra cui si segnalano i festeggiamenti dei vari borghi e frazioni santostefanesi e l’estiva festa patronale seguita dall’invernale Fiera dei Cubiot.

Il sito ufficiale del comune di santo Stefano Belbo

Visualizza la cartina sfogliabile

Monumenti aperti giunge al suo terzo anno, quello della maturità. Nei primi due abbiamo riscoperto, assieme ai ragazzi delle scuole, le nostre tradizioni, le nostre storie, dall’alluvione ai luoghi pavesiani attraverso il filo conduttore della narrazione tra le generazioni. Quest’anno riscopriamo la storia di Santo Stefano Belbo attraverso la storia dell’Italia, dall’inizio del secolo scorso fino ai giorni nostri. Un’occasione per riscoprire la nostra identità, il nostro forte legame con la Terra che ci ha dato i natali, e farlo con la voce dei nostri figli, delle persone che saranno i testimoni, nei prossimi anni, delle bellezze che le nostre colline sanno ancora offrire a tutti quelli che vorranno scoprirle il 28 e 29 maggio. L’augurio è che questo possa essere un ulteriore momento verso un maggiore e sempre più forte attaccamento al nostro paese, utilizzando ciò che ci contraddistingue da tutti, cultura, paesaggio ed enogastronomia. Tre anni di Monumenti aperti e cinque anni di amministrazione ci hanno insegnato l’importanza del nostro territorio e del forte legame che ognuno di noi ha con esso. La speranza è che il percorso fatto assieme finora possa essere un primo passo verso un nuovo viaggio da percorrere assieme in nome di Santo Stefano Belbo, della nostra Terra e del nostro futuro.

Luigi Genesio Icardi Sindaco di Santo Stefano Benbo

Informazioni utili

  • Sabato 28 e domenica 29 maggio sarà possibile visitare i siti culturali gestiti dalla Fondazione Cesare Pavese dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00.
  • Il bene culturale della “Cucunera”, invece, sarà visitabile solo nella giornata di domenica 29 maggio dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00.
  • Per le visite ai siti si consigliano abbigliamento e scarpe comode.
  • È facoltà dei responsabili della manifestazione limitare o sospendere in qualsiasi momento, per l’incolumità dei visitatori o dei beni, le visite ai monumenti.

  • Comune di Santo Stefano Belbo
  • Istituto Comprensivo “Cesare Pavese”: Scuole primarie e scuola secondaria di primo grado di Santo Stefano Belbo
  • Fondazione “Cesare Pavese”
  • CEntro PAvesiano Museo casa natale
  • Pro Loco Sanstefanese

Iniziative speciali

Eventi

I monumenti