Qualche cenno sull'argomento:

Con atto del 31 agosto 1571 l’Arcivesco Martino Martinez de Villar unisce alla Chiesa Cattedrale Turritana 46 chiese campestres esistenti nel territorio, con pertinenza diritti e proventi e ne applica i frutti alla Mensa Capitolare a beneficio dei Canonici poveri. Di queste chiese molte sono scomparse, ma alcune esistono ancora come la chiesetta campestre di San Francesco, posta nella regione omonima, tra oliveti e vegetazione mediterranea La caratteristica più saliente della chiesa è la finestra serliana, aperta lungo l’asse del portale. All’interno la navata ricoperta con volte a botte, espone nel piccolo altare la statua lignea di San Francesco con le stimmate.