Qualche cenno sull'argomento:

La chiesa parrocchiale intitolata alla Vergine d’Itria risale al 1655 circa e fu edificata per volontà di Gerolamo Vivaldi, proprietario della tonnara di Portoscuso. L’edificio nel corso del Novecento è stato soggetto a lavori di ristrutturazione. Una prima importante ristrutturazione fu realizzata negli anni cinquanta: la navata centrale fu allungata e il campanile a vela demolito. Negli anni settanta fu demolito l’altare a muro e furono divelte le balaustre del presbiterio. Altri lavori più recenti hanno invece riguardato la tinteggiatura delle pareti interne ed esterne e vari lavori di manutenzione. Nel 2003 è stato realizzato il rosone con l’effigie della Madonna d’Itria e nel 2009 le vetrate laterali che raffigurano alcuni misteri del Santo Rosario.