Qualche cenno sull'argomento:

Allestito nei locali di proprietà del Comune, situati in Piazza Duomo, e gestito dalla’Associazione A.s.cu.na.s.; si tratta di una mostra permanente distribuita in tre sale. Sono raccolti minerali provenienti dal territorio comunale e tutta la Sardegna, un erbario rappresentativo della flora locale con indicazione del nome comune, nome scientifico e nome in dialetto, e una nutrita collezione di insetti con le specie più rappresentative del territorio. La novità di quest’anno sono gli acquari contenenti le specie marine e di acqua dolce più rappresentative del nord Sardegna. E’ possibile ammirare le teche in cui viene allevato un formicaio i per fini didattici ed inoltre è possibile vedere l’argia viva fatta riprodurre in cattività. L’Argia (latrodectus tredecimguttatus) è una delle poche specie di aracnidi presenti in Italia il cui morso può rivelarsi molto pericoloso o addirittura mortale per gli umani. Nel Museo si svolgono diverse attività: i laboratori di ceramica e di riciclo creativo, passeggiate didattiche ed escursioni naturalistiche in bicicletta. Alcune attività sono ormai diventate degli appuntamenti fissi, come la Mostra Micologica, arrivata alla sua quarta edizione, la passeggiata ecologica e il safari fotografico. All’interno del museo vengono proiettati documentari, film e occasionalmente si ospitano le esposizioni di opere d’arte di artisti locali e nazionali. Nel cortile annesso, spesso, vengono allestiti spazi espositivi dove trovano visibilità gli artisti locali.