Sassari 2016

Stazione di Sassari – Il Trenino Verde

,

Il trenino che da Sassari porta ad Alghero propone nella XXII edizione di Monumenti Aperti un viaggio speciale tra storia, paesaggio e cultura. Diviene protagonista nel viaggio inaugurale in partenza dalla stazione di Sassari il treno d’epoca costituito dal locomotore del 1957 con le carrozze Breda del 1930 e la carrozza reale “Bauchiero” del 1913. [...]

Chiesa campestre di San Francesco

,

Con atto del 31 agosto 1571 l’Arcivesco Martino Martinez de Villar unisce alla Chiesa Cattedrale Turritana 46 chiese campestres esistenti nel territorio, con pertinenza diritti e proventi e ne applica i frutti alla Mensa Capitolare a beneficio dei Canonici poveri. Di queste chiese molte sono scomparse, ma alcune esistono ancora come la chiesetta campestre di [...]

Centro Restauro di Li Punti

,

Il Centro di Conservazione e Restauro di Li Punti, della Soprintendenza per i Beni Archeologici per le Province di Sassari e Nuoro, anche quest.anno apre i suoi Laboratori al pubblico che potrà conoscere le attività di restauro e conservazione del Patrimonio Archeologico, che si svolgono al suo interno. I Restauratori e i Tecnici del Centro [...]

Istituto N. Pellegrini – Museo e Azienda Agraria

,

L’Istituto Tecnico Agrario “N. Pellegrini” nasce a Sassari nell’ 1894 come Regia Scuola Pratica di Agricoltura. L’ antica sede della scuola è attualmente utilizzata come struttura residenziale per gli studenti fuori sede ed è circondata da un’azienda agraria di circa 30 ettari con oliveti, frutteti ed orti. Nelle due giornate si potranno visitare le antiche [...]

Scuola Elementare di San Giuseppe

,

Realizzato tra il 1932 e il 1936 il caseggiato della scuola di San Giuseppe venne realizzato per radunare in un unico edificio le varie classi ospitate in palazzi malsani del centro storico cittadino. Progettato dall’architetto G.Oggiano venne realizzato dalla ditta C.Boero . Realizzato in puro stile razionalista presenta il tradizionale impianto a U, vi si [...]

Biblioteca Universitaria – Ex Ospedale Civile SS. Annunziata

,

Nel 1841 l’Amministrazione comunale deliberò la costruzione di in nuovo ospedale su progetto dell’ingegnere Carlo Berio e la direzione dell’architetto comunale Piretto. L’esecuzione dell’ imponente edificio, strutturato a raggiera con cinque braccia, fu affidata all’impresa del sassarese Giovanni Fogu che iniziò i lavori nel 1843 e li concluse nel 1849. L’androne al piano terra, prospicente [...]

Liceo delle Scienze Umane Margherita di Castelvì

,

L’edificio sorse nel 1913 occupando parte del grande spiazzo fino ad allora destinato alle esercitazioni militari. Il disegno dell’ing. Raffaello Oggiano è ancora orientato nelle forme dell’architettura monumentale umbertina con qualche apertura verso lo stile liberty. La costruzione, originariamente destinata a Regio Istituto Tecnico, divenne poi sede della Croce Rossa poi adibito a ospedale militare [...]

Palazzo Arcivescovile

,

Le prime notizie sicure risalgono al 1427, epoca in cui l’Arcivescovo Pietro Spano (1422-1448) ampliò l’Episcopio. Tra il 1644 e il 1652 fu eseguito il restauro che diede al complesso l’aspetto che sostanzialmente conserva ancora oggi. Il palazzo è collegato al Seminario, inaugurato nel 1593 al fine di istruire ed educare i giovani che intendevano [...]

Percorso Gotico Catalano

,

Nel corso del 1200, con l’arrivo dei primi mercanti provenienti dalla penisola italiana, si diffusero edifici abitativi con caratteristiche legate ai commerci. Nasce la casa a schiera con portico che caratterizza con il suo modello quelle costruite nei due secoli successivi lungo il Corso Vittorio Emanuele II che assume il volto di una strada porticata [...]

Chiesa di Sant’Andrea

,

Lungo il Corso Vittorio Emanuele II si incontra sul lato destro la chiesa barocca di S. Andrea, sede della Confraternita del Santissimo Sacramento. La costruzione dell’edificio venne patrocinata dal medico di origine corsa Vico Guidoni che contribuì con una ingente somma all’erezione della fabbrica e qui vi venne sepolto nel 1647 e ricordato con una [...]

Chiesa di San Michele

,

Nella stessa piazza, posta quasi di fronte al Duomo, fu eretta nel Settecento la chiesa di San Michele. Anticamente era intitolata a San Gavino, poiché in essa ebbe sede la confraternita dei Bainzini (Bainzu è il nome di Gavino in dialetto logudorese), istituita nel 1616 in seguito al ritrovamento dei corpi dei martiri Gavino, Proto [...]

Argentiera – Museo della Miniera

,

Il villaggio dell’Argentiera nasce come borgo di minatori e prende il nome dal materiale estratto dai giacimenti di piombo e zinco argentifero. La miniera, utilizzata in epoca romana e medievale riprese l’attività di estrazione nel 1867 sino agli anni settanta del Novecento. Nel 1868, nella Statistica del Regno d’Italia per l’industria mineraria, l’Argentiera era indicata come produttrice di galena argentifera e blenda (più calcare e carbonato [...]

I sentieri rurali

,

Gli itinerari permettono ai visitatori di conoscere un’area di notevole interesse naturalistico attraversi i sentieri che fino ai primi decenni del Novecento collegavano la vallata di Logulentu. Lungo i percorsi attraverso un paesaggio selvaggio e incontaminato, si attraversa la ferrovia che sembra inserita da sempre, così come le case cantoniere, i viadotti e tutte le opere di d’ingegneria ferroviaria. Il 16 giugno [...]

Altare Prenuragico di Monte D’Accoddi

,

Il complesso megalitico di Monte d’Accoddi, costituito da un altare, un villaggio e una necropoli, è stato messo in luce nel corso di diversi interventi di scavo, intrapresi da E. Contu (1952-58) e da S.Tinè (1979-89). L’altare, unico in Sardegna e in ambito mediterraneo, presenta alcune analogie con le ziggurat della Mesopotamia del III millennio; denominato Tempio a gradoni, è [...]

Santuario di Nostra Signora del Latte Dolce

,

La costruzione del Santuario di Nostra Signora del Latte Dolce può essere collocata tra il 1177 e il 1190. La chiesa, abbandonata nel Cinquecento, quando venne ritrovata, nel 1825, al suo interno conservava quasi intatta una lunetta dipinta raffigurante la Madonna che allatta il Bambino Gesù (risalente al XIV sec.). Il ritrovamento apparve miracoloso agli abitanti della borgata, che da lì in avanti cominciò ad essere chiamata “zona del Latte Dolce”. La struttura originaria [...]

Vedi Altri