Il direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles, Paolo Grossi,  introduce la Cartaditalia dedicato all’Anno europeo del Patrimonio Culturale, che verrà presentato il prossimo 22 gennaio a Bruxelles. Si tratta di un’edizione tutta speciale in due volumi in cui sono raccolte le riflessioni di studiosi e specialisti che hanno cercato di fare il punto sulla situazione del dibattito, politico e scientifico, sul patrimonio.

L’Anno Europeo del Patrimonio Culturale forse non sarà la soluzione a un’Europa in declino, ma di certo può rappresentare un serio tentativo di recupero di uno dei mattoncini che abbiamo perso per strada in questi ultimi anni di profonda crisi economica, sociale e culturale: la memoria, da parte dei cittadini europei, di cosa era l’Europa senza Unione e la voglia di ritrovare dei tratti comuni in base ai quali (ri-) costruire un progetto condiviso.

 

Leggi tutto l’articolo da Il Giornale delle Fondazioni