Bosa è una città adagiata sul fondovalle lungo il quale scorre il fiume Temo (unico fiume navigabile della Sardegna per circa Km 6), poco distante dalle acque cristalline del mare occidentale, dominata dal castello dei Malaspina sul colle di Serravalle, intorno al quale si stringono le alte case del Borgo medioevale che scendono fino alla sponda del Temo, che con il suo corso sinuoso attraversa la città da est a ovest.

Questo è il suggestivo paesaggio che Bosa offre affascinando per l’armonia del panorama e per la vitalità dei suoi colori.

Il verde intenso degli ulivi secolari, l’azzurro del mare sullo sfondo, il rosa della pietra con cui sono ingentilite le case del centro antico, il rosso, il giallo delle tradizionali imbarcazioni dei pescatori locali. Bosa è anche una città di mare, con le sue spiagge dalle caratteristiche uniche e le numerose calette raggiungibili solo in barca, dove il mare conserva ancora tutto il suo fascino. Il fondale marino di Bosa offre panorami di rara bellezza.

Sito ufficiale del Comune di Bosa

Visualizza la cartina sfogliabile

Benvenuti!
Anche quest’anno il Comune di Bosa aderisce con piacere alla manifestazione culturale Monumenti Aperti. È questa un’occasione per approfondire e divulgare la conoscenza delle ricchezze artistiche e culturali della città: la Chiesa di San Pietro, la Cattedrale, il Castello Malaspina, il Borgo medioevale di Sa Costa, il monumento ai caduti in Piazza IV Novembre. Ma il valore aggiunto a tutto questo è la presenza delle scuole, degli scolari e degli studenti. Mutati i ruoli, essi si trasformano per l’occasione in piccoli insegnanti. In questa nuova veste presentano, illustrano, raccontano – a una variegata folla di visitatori – le vicende, i personaggi, i fatti storici, le persistenze che hanno nel tempo caratterizzata, contraddistinta, definita la storia di questa antica città. La possibilità di vedere attraverso i loro occhi quei luoghi e sentire dalle loro voci quelle storie, ha già dato in passato e darà certamente anche quest’anno, un sapore diverso alla nostra visita. Una visita che sarà così impreziosita dalla gioiosità dei fanciulli, dalle loro voci sovrapposte, dai loro entusiasmi, dalla loro allegra agitazione. Auguro a tutti di trascorre a Bosa una bella e indimenticabile giornata.

Luigi Mastino – Sindaco del Comune di Bosa

 

Eccoci giunti a una nuova edizione di Monumenti Aperti: i bambini, i ragazzi e gli insegnanti che, dopo aver visitato e studiato i vari monumenti cittadini, ne presentano gioiosamente ai visitatori che arrivano a Bosa, la storia, le caratteristiche e gli aneddoti. Uno studio ed un’esposizione che nei ragazzi lascia traccia, li rende coscienti dei preziosi Beni Storici e Culturali presenti nella Città, beni conservati per loro dalle passate generazioni e che loro con orgoglio dovranno tutelare e proteggere dal degrado del tempo e delle attività umane, purtroppo non sempre rispettose del passato. Quest’anno c’è poi, per i visitatori ma soprattutto per i ragazzi, una importante novità: l’impegno nella tutela ambientale ha fatto sì che Bosa sia partecipe di un Progetto Life, denominato “Under Griffon Wings” e finanziato dalla Comunità Europea, con partner di eccellenza quali l’Università di Sassari, l’Agenzia Regionale Forestas ed il Corpo della Guardia Forestale della Sardegna, finalizzato alla salvaguardia dell’Avvoltoio Grifone e alla tutela del suo Habitat. Per questo fine a Bosa si è realizzato, nel Convento dei Carmelitani, un punto informativo ambientale. Attraverso la conoscenza dell’Avvoltoio Grifone, simbolo di un’attività arcaica quale quella agro-pastorale (e simbolo anche della città di Bosa, che è riuscita a conservare non solo l’ultima colonia Sarda ma anche l’unica popolazione autoctona Italiana), l’ambiente entra così a pieno titolo nella lista degli argomenti da valorizzare e divulgare con l’iniziativa di Monumenti Aperti. A tutti quanti voi diamo un caro Benvenuto.

Alfonso Campus – Assessore alla Cultura del Comune di Bosa

Informazioni Utili

  • I monumenti saranno visitabili gratuitamente, il pomeriggio di sabato dalle 16.00 alle 20.00 e la domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00.
  • Per la visita ai siti si consigliano abbigliamento e scarpe comode.
  • Le visite alle chiese verranno sospese durante le funzioni religiose.
  • È facoltà dei responsabili della manifestazione limitare o sospendere in qualsiasi momento, per l’incolumità dei visitatori o dei beni, le visite ai monumenti.
  • In alcuni siti la visita potrà essere parziale per ragioni organizzative o di afflusso.

 

 

  • e-mail: protocollo@comune.bosa.or.it
  • Info Point: presso Casa Deriu – Corso Vittorio Emanuele
    tel 0785 377043
  • www.comune.bosa.or.it
  • www.bosaonline.com
  • www.sardegnagrandieventi.it .

Nelle due giornate saranno attivi:

  • Il trenino turistico: partenza angolo Piazza Monumento, Chiesa del Carmelo, San Giovanni, Castello Malaspina, Convento Cappuccini, Chiesa Bosa Marina, le Conce, chiesa San Pietro, Cattedrale e corso Vittorio Emanuele.
    Orari di partenza: 10.30 – 11.30 – 12.30 e nel pomeriggio 16.00 – 17.00 – 18.00 – 19.00.
  • Il battello: un’ora di escursione lungo il fiume Temo partenza banchina vicino Ponte Vecchio.

  • Comune di Bosa
  • Soprintendenza per i Beni Archeologici per le Province di Sassari e Nuoro
  • Istituto Superiore G.A. Pischedda – Dirigente Rosella Uda
  • Istituto Comprensivo – Dirigente Giovanni Ibba
  • Alunni e Docenti
  • I genitori degli alunni
  • Il Parroco della Concattedrale e della Chiesa di San Giovanni
  • Il Parroco della Chiesa del Carmelo
  • Il Parroco della Chiesa di Santa Maria Stella Maris
  • La Città del Sole s.n.c.
  • Cooperativa “L’Antico Tesoro”
  • La biblioteca (Angela Cabula)
  • L’Archivio Storico (Amalia Santona)
  • Associazione Culturale il Coro di Bosa
  • La Società del Mutuo Soccorso
  • Associazione la Foce
  • Associazione Manos de Oro

Iniziative speciali

Eventi
Gusta la città

I monumenti