Importante centro del Medio Campidano, Guspini con i suoi quasi 13 mila abitanti abbraccia un vasto territorio.

Dai villaggi abbandonati di Montevecchio, presso le vecchie miniere, abbracciati da una natura folta e incontaminata, al centro abitato, con i suoi millenari basalti colonnari e le aiuole a tema, questo comune offre splendidi scorci e suggestivi paesaggi.

Il territorio di Guspini occupa la punta più a nord del Medio Campidano: dai confini con l’oristanese ai rilievi metalliferi dell’Iglesiente, dalla pianura del Campidano allo stagno di Santa Maria di Neapolis. Con un estensione di 174 km quadrati e un altitudine che varia da 0 a 750 mt s.l.m, il territorio di Guspini, vanta un ambiente ricco di tratti caratteristici sia dal punto di vista faunistico che botanico. In tutto il territorio domina la macchia alta a corbezzolo, erica, viburno, leccio e sughera, mentre in prossimità degli alvei dei corsi d’acqua sussistono formazioni a ontano nero, oleandro e salice bianco. Nella macchia mediterranea compresa tra Montevecchio e la foce del rio Piscinas domina con la sua imponenza e bellezza il Cervo sardo (Cervus elaphus corsicanus) la varietà sardo-corsa del cervo rosso europeo (cervus elaphus elaphus Linnaeus), rispetto al quale è leggermente più piccolo e più snello. Una specie esclusiva della fauna vertebrata in Sardegna che a montevecchio non è raro incontrare anche in prossimità delle strutture minerarie. La folta e intricata vegetazione consente inoltre un sicuro rifugio per cinghiali, martore, volpi, donnole, gatti selvatici, conigli, lepri, porcospini e topi quercini. Importanti endemismi faunistici arrichiscono ulteriormente la specificità di questi ambienti come la presenza del geotritone sardo, del discoglosso, dell’algiroide nano e del tarantolino. Il Parco comunale di Gentilis costituisce un luogo ideale per trascorrere momenti di relax tra pinete e sorgenti, a contatto con la natura e contesti incontaminati. Verso la costa, lo Stagno di Santa Maria di Neapolis offre i colori dei fenicotteri rosa e delle altre specie che qui trovano il proprio habitat.

Il sito ufficiale del comune di Guspini

Visualizza la cartina sfogliabile

Monumenti Aperti sta diventando ormai un appuntamento fisso in cui Guspini si offre ai visitatori attraverso i suoi monumenti più rappresentativi. Adagiata alle pendici dei rilievi montani che portano al massiccio del Linas da un lato e a quello dell’Arcuentu dall’altro, Guspini occupa un vasto territorio, che si spinge fino alle zone umide dello stagno di San Giovanni, profondamente segnato da quella cultura mineraria che, alla fine del XIX secolo, ha caratterizzato la vita sociale e l’economia di un paese fino ad allora prevalentemente dedito all’agricoltura e alla pastorizia. Quest’anno il tema del paesaggio offre un’ulteriore occasione di scoperta, visioni rinnovate che modificano le prospettive e inseriscono nuovi elementi a quanto già noto. Abbiamo il piacere e l’onore di invitarvi a scoprire o riscoprire alcuni dei paesaggi urbani ed extraurbani che caratterizzano la cittadina di cui siamo orgogliosamente amministratori.

Il Sindaco Giuseppe De Fanti

L’Assessora alla Cultura Francesca Tuveri  

Informazioni utili

  • I monumenti saranno visitabili gratuitamente, sabato 27 e domenica 28 maggio dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 19.30.
  • Per la visita ai siti si consigliano abbigliamento e scarpe comode.
  • Le visite alle Chiese verranno sospese durante le funzioni religiose.
  • È facoltà dei responsabili della manifestazione limitare o sospendere in qualsiasi momento, per l’incolumità dei visitatori o dei beni, le visite ai monumenti.
  • In alcuni siti la visita potrà essere parziale per ragioni organizzative o di afflusso.
  • Scopri Guspini anche con Guspini APP – Tutto il Comune APPortata di mano

  • Info Point: in Piazza XX Settembre durante la manifestazione
  • E-mail: cultura@comune.guspini.vs.it

  • Comune di Guspini
  • Direzione Didattica Statale – Guspini
  • Istituto Comprensivo “Fermi + Da Vinci” – Guspini
  • I. I. S. “M. Buonarroti “ – Guspini
  • Liceo “E. Piga” – Villacidro
  • Parrocchia San Nicolò
  • Associazione Turistica Pro Loco Guspini
  • Assoc. femminile di volontariato XconoscereXfare
  • Associazione Minatori Sa Mena
  • Circolo ARCI Guspini
  • Associazione Gentilis
  • Gruppo Archeologico Neapolis
  • Intercultura AFS Centro Locale Guspini
  • Laboratorio di didattica e comunicazione dell’Università di Cagliari – Vestigia
  • Legambiente Guspini
  • Scout AGESCI Guspini 1

Iniziative speciali

Eventi
Gusta la città

Il prezioso cereale occupa un posto di primo piano nelle società che si affacciano sul Mediterraneo da sempre prodotto cardine della cucina e riferimento per l’economia locale. Il percorso ne segue la filiera dalla coltivazione alla lavorazione, passando per la sua conservazione nelle case e nei locali del Monte Granatico.

CLICCA QUI

Le chiese e il municipio come edifici cardine della vita cittadina. Il tempo scandito dalle feste, dai riti, dalle regole del vivere comune emergono nei segni caratteristici delle architetture e degli spazi del processo di sviluppo urbano.

CLICCA QUI

I tesori della terra, scavati a cielo aperto o estratti dalle viscere della montagna, trasformano il paesaggio naturale portando alla luce, come nel caso dei basalti colonnari del colle Zeppara, maestosi monumenti naturali.

CLICCA QUI

I paesaggi segnati dalle prime occupazioni del territorio testimoniano una civiltà che si perde nella notte dei tempi. Dai misteriosi menhir come quello di Prunas alle rovine dell’antica città di Neapolis alla scoperta della storia più remota.

CLICCA QUI