Il comune di Oristano ha una superficie di circa 85 kmq dove si concentra circa il 20% della popolazione della provincia (abitanti: 31.698).

Il suo territorio sorge nella vasta pianura del Campidano, si estende dalla costa verso le zone più interne e comprende le frazioni di Silì, Massama, Donigala Fenughedu, Nuraxinieddu, Masainas, San Quirico e Torregrande. Il territorio dove sorge attualmente Oristano è stato, fin dai tempi antichi un luogo favorevole all’insediamento umano: l’entroterra, fertile da coltivare e ideale per pascolare, il sottosuolo gravido di minerali, gli stagni salmastri ricchi e pescosi hanno permesso ai primi abitatori dell’isola di sviluppare una società economicamente e culturalmente solida.
Se a tutto questo aggiungiamo le caratteristiche fisiche della zona: centralità e facilità di comunicazione, e forse più importante degli altri la presenza del porto naturale di Mare Morto riusciamo a comprenderne lo sviluppo.

I lavori di scavo nella penisola del Sinis portarono alla luce manufatti che fornirono una chiara idea dell’estensione dei traffici svolti in quell’area nel corso dei secoli. I contatti con gli altri popoli del mediterraneo sono testimoniati dalla presenza di oggetti appartenenti a culture diverse e lontane da Tharros: amuleti, talismani e figure divine di origine egiziana, stoviglie dalla Campania, oggetti etruschi.

La più ricca e importante fra le antiche città marittime sarde visse per milleottocento anni

Alla metà del secondo millennio risalgono i resti di villaggi nuragici, l’VIII secolo a.C. è la data della fondazione fenicia, il 238 a.C. il passaggio sotto il dominio romano, il periodo bizantino quando diviene sede vescovile, infine l’VIII – IX secolo d.C. epoca del grande esodo dovuto probabilmente alle scorrerie dei pirati saraceni. Dopo un breve ritorno nel 1052, arriva il definitivo abbandono intorno al 1070. La storia della città, però, è legata al periodo giudicale in cui si sviluppò nella città una delle forme statuali più originali e nobili della storia dell’Isola.

Il sito ufficiale del Comune di Oristano

Scarica la cartina sfogliabile

Benvenuti !
Anche quest’anno si rinnovano ad Oristano gli attesi eventi culturali legati all’importante manifestazione Monumenti Aperti. Il mio primo pensiero è sicuramente rivolto a tutti coloro che animano l’edizione 2017 ed in particolare a studenti, insegnati, volontari e associazioni culturali oristanesi, che con il loro impegno rappresentano i veri protagonisti di questo importante appuntamento culturale cittadino, consentendo agli stessi oristanesi e ai sempre più numerosi turisti di godere dello straordinario patrimonio culturale della città di Oristano. All’organizzazione regionale di Monumenti Aperti giunga il plauso per la felice intuizione iniziale così come per la grande capacità di innovare ed arricchire sempre di più la grande offerta culturale.
Il 6 e il 7 maggio ad Oristano, nelle strade e nelle piazze del centro storico cittadino, ancora una volta, le chiese ed i monumenti, parleranno attraverso la voce delle giovanissime guide, della storia, dell’identità e dell’antica tradizione della nostra città.Gli incontri culturali, le mostre e gli eventi collaterali che arricchiscono queste giornate, unitamente alla visita ai monumenti, ci offriranno ancora una grande opportunità: conoscere Oristano.
Monumenti Aperti è una bella occasione per riscoprire la nostra città e farlo attraverso i giovani ciceroni, i nostri studenti, significa ancora di più sensibilizzare al valore di quella conoscenza che è sinonimo di salvaguardia e valorizzazione di questo straordinario giacimento culturale, materiale ed immateriale, che è la città di Oristano.

Il Sindaco, Guido Tendas

Informazioni Utili

  • I Monumenti saranno visitabili gratuitamente nelle giornate di sabato 6 e domenica 7 maggio sia di mattina che di pomeriggio, secondo gli orari indicati per ciascun sito.
  • Nelle chiese le visite verranno sospese durante le funzioni religiose.
  • Si invitano i visitatori a tenere un atteggiamento di rispetto verso il luogo di culto e i fedeli raccolti in preghiera.
  • È facoltà dei responsabili e degli organizzatori della manifestazione limitare o sospendere, per la sicurezza dei beni o dei visitatori, in qualsiasi momento, le visite ai monumenti.

Notizie e informazioni saranno disponibili nei punti informativi presso:

  • Fondazione Sa Sartiglia
    info point – via Eleonora;
  • Antiquarium Arborense
    Museo Archeologico di Oristano – piazzetta Corrias;
  • Ufficio Turistico Provincia di Oristano
    piazza Eleonora;
  • Associazione Turistica Pro Loco
    via Ciutadella de Menorca
  • Info point: Associazione Pro Loco, via Ciutadella de Menorca

SCUOLE

Scuola dell’Infanzia dell’Istituto Immacolata Concezione
Scuola Primaria “Madre Teresa Quaranta”
Scuola Primaria di via Solferino dell’Istituto Comprensivo n. 1
Scuola Primaria di via Bellini dell’Istituto Comprensivo n. 2
Scuola Primaria di via Amsicora dell’Istituto Comprensivo n. 3
Scuola Primaria di Sa Rodia dell’Istituto Comprensivo n. 4
Scuola Secondaria di Primo Grado “E. D’Arborea” dell’Istituto Comprensivo n. 1
Scuola Secondaria di Primo Grado di via Marconi dell’Istituto Comprensivo n. 2
Scuola Secondaria di Primo Grado “G. Deledda” dell’Istituto Comprensivo n. 3
Scuola Secondaria di Primo Grado “L. Alagon” dell’Istituto Comprensivo n. 4
Istituto d’Istruzione Superiore “L. Mossa”
Liceo Artistico “C. Contini”
Liceo Classico “S. A. De Castro”
Liceo Scientifico “Mariano IV d’Arborea”
Liceo Statale “B. Croce”


ENTI e ASSOCIAZIONI

Antiquarium Arborense – Museo Archeologico “G. Pau”
Arciconfraternita del Rosario
Arciconfraternita del Santissimo Nome di Gesù
Archivio di Stato di Oristano
Archivio Storico Comunale di Oristano
Associazione Culturale Aristiane
Associazione Cult. BES – Best Events Sardinia
Associazione Culturale Tamburini e Trombettieri Città di Oristano
Associazione Culturale Artistica Oristanese
Associazione Culturale Musicale “Santo Spirito”
Associazione Protezione Civile Oristanese
Associazione Ex Alunni del Seminario
Associazione Garibaldini – Ripartimento Ichnusa
Associazione Garibaldini Baratili San Pietro
Associazione Italia Nostra – Sezione Provinciale di Oristano (Sinis-Cabras-Oristano)
Associazione Turistica Pro Loco
Azione Cattolica Oristano
Biblioteca Comunale
Compagnia del Sacro Cuore – Evaristiani
Confraternita delle Anime del purgatorio di Oristano
Coro Città di Oristano
Comitato B. M. V. del Carmelo
Confraternite di Massama
Consorzio UNO
Gremio dei Contadini di San Giovanni Battista
Gremio dei Falegnami di San Giuseppe
Gremio dei Muratori di Santa Lucia
Hi Fi Service di Elio Orrù
ISTAR – Istituto Storico Arborense
Istituto Villa Maria Regina dei Cuori – Silì
Laboratorio “Restauro Arborense”
Pastorale Giovanile Diocesana
SarGea di Gianfranco Casu
Seminaristi del Seminario Tridentino
Ufficio Turistico Provinciale
Unione Italiana Ciechi
Unitre – Università delle Tre Età Oristano
Volontari Servizio Civile


ORGANIZZAZIONE LOCALE

Comune di Oristano
Coop. La Memoria Storica
Fondazione Sa Sartiglia Onlus

Iniziative speciali

Eventi