Il Comune di Villamassargia, sorto sulle pendici del monte Exi, cono vulcanico sulla sommità del quale vi è un nuraghe monotorre, incavato, presenta tutte le caratteristiche di un antico borgo  di agricoltori e di allevatori. Molti   sono  i portali  tipici  dei Massai dell’epoca aragonese che ornano le sinuose viuzze del centro storico. Due sono le chiese da visitare: la Madonna del Pilar e la Madonna della Neve (la parrocchiale). In ambedue s’individua la mano del capomastro trecentesco Arzocco di Garnax anche se i caratteri stilistici sono diversi.

Ma Villamassargia non è nata nel 1300!  In una caverna del suo territorio sono stati trovati reperti del 3500 a.c. quale prova inconfutabile che anche nel periodo neolitico le antiche genti dimoravano tra i monti che fanno da cornice all’attuale zona abitata.

(dal sito istituzionale) Caterno Cesare Bettini

Informazioni Utili

Iniziative speciali

Gusta la città

I monumenti