Il Comune di Villanovaforru, situato al centro del sistema collinare della Marmilla, è un paesino di circa 700 abitanti con un’altimetria di 324 metri s.l.m. e una superficie comunale di 10,97 Kmq. Se fino a qualche decennio fa era un piccolo centro agricolo del tutto sconosciuto, oggi è un paese abbastanza conosciuto poiché è diventato un punto di riferimento culturale e turistico di importanza internazionale grazie alla scoperta del nuraghe di “Genna Maria” ed alla apertura nel 1982 del Museo Archeologico. Il nome “Genna Maria” significa “porta dei mari”, perché dal colle omonimo in cui sorge il Parco si riesce a vedere sia il mare di Oristano che quello di Cagliari.

Attorno ad esso sono sorte, infatti, varie strutture turistiche e ricettive in grado di soddisfare le esigenze e le richieste di un futuro afflusso turistico di grande rilevanza. Il Comune di Villanovaforru, insieme ad altri comuni della Marmilla, ha inoltre costituito un consorzio turistico denominato “Sa Corona Arrubia” per la valorizzazione, la promozione e lo sviluppo turistico dell’intera zona. Il Comune sta anche puntando sulla valorizzazione delle produzioni enogastronomiche, artigianali e agricole del territorio.

Tra le sagre ed eventi di rilievo si possono annoverare San Sebastiano (19 Gennaio); Santa Marina (il lunedi e il martedi dopo la Pasqua, 16-17 Luglio); Sant’Isidoro (2^ Domenica di Maggio); Festa dell’Emigrato (Agosto); Festival Internazionale del Folklore (Agosto); Sagra “Simbua fritta cun satizzu” (2° sabato di settembre); Mestieri, sapori e saperi del passato (2° sabato e 2° domenica di Settembre); San Francesco (4 Ottobre).

Nel Comune di Villanovaforru è molto attivo l’artigianato artistico con la realizzazione di scialli impreziositi con ricami, con l’intaglio del legno e della pietra locale e della realizzazione di coltelli.

Informazioni Utili

Iniziative speciali

Eventi
Gusta la città

I monumenti