Bosa è una città adagiata sul fondovalle lungo il quale scorre il fiume Temo (unico fiume navigabile della Sardegna per circa Km 6), poco distante dalle acque cristalline del mare occidentale, dominata dal castello dei Malaspina sul colle di Serravalle, intorno al quale si stringono le alte case del Borgo medioevale che scendono fino alla sponda del Temo, che con il suo corso sinuoso attraversa la città da est a ovest.

Questo è il suggestivo paesaggio che Bosa offre affascinando per l’armonia del panorama e per la vitalità dei suoi colori.

Il verde intenso degli ulivi secolari, l’azzurro del mare sullo sfondo, il rosa della pietra con cui sono ingentilite le case del centro antico, il rosso, il giallo delle tradizionali imbarcazioni dei pescatori locali. Bosa è anche una città di mare, con le sue spiagge dalle caratteristiche uniche e le numerose calette raggiungibili solo in barca, dove il mare conserva ancora tutto il suo fascino. Il fondale marino di Bosa offre panorami di rara bellezza.

Sito ufficiale del Comune di Bosa

scopri gli altri comuni del 5-6 maggio

Visualizza il pieghevole sfogliabile

Anche quest’anno le scuole cittadine – medie e superiori – partecipano, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, alla manifestazione Monumenti Aperti. Un’iniziativa che negli anni trova sempre più positivo accoglimento in tutta la penisola  e che anche in Sardegna riscontra un notevole numero di adesioni. Una formula vincente quella di associare l’attività formativa ed educativa  a quella di conoscenza e diffusione del patrimonio  storico, artistico ed archeologico della propria città. I ragazzi hanno la possibilità di confrontarsi con l’esterno utilizzando le proprie conoscenze e le proprie competenze culturali, relazionali e linguistiche. Una esperienza importante e significativa che non potrà non tradursi in una crescita ed in un arricchimento personale. Un auguri a tutti, in particolare agli studenti, di buon lavoro.

Luigi Mastino

Informazioni Utili

I monumenti saranno visitabili gratuitamente, il pomeriggio di sabato dalle ore 16.00 alle ore 20.00 e la domenica dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 20.00.

Per la visita ai siti si consigliano abbigliamento e scarpe comode.

Le visite alle chiese saranno sospese durante le funzioni religiose.

È facoltà dei responsabili della manifestazione limitare o sospendere in qualsiasi momento, per l’incolumità dei visitatori o dei beni, le visite ai monumenti.

In alcuni siti la visita potrà essere parziale per ragioni organizzative o di afflusso.

presso Casa Deriu – Corso Vittorio Emanuele
tel. 0785377043
e-mail: protocollo@comune.bosa.or.it
Nelle due giornate saranno attivi:

Il trenino turistico: partenza in Piazza 4 Novembre, di seguito Chiesa del Carmelo, Chiesa di San Giovanni, Castello Malaspina, Convento dei Cappuccini, Chiesa di Bosa Marina, le Conce, Chiesa di San Pietro, Chiesa Cattedrale e Corso Vittorio Emanuele.
Orari di partenza:
mattina 10.30 – 11.30 – 12.30
pomeriggio 16.00 – 17.00 – 18.00 – 19.00.

Il battello: un’ora di escursione lungo il fiume Temo partenza nella banchina vicino Ponte Vecchio.

  • Comune di Bosa – Assessorato a Turismo e Cultura
  • Soprintendenza per i Beni Archeologici della Sardegna
  • Istituto d’Istruzione Superiore G. A. Pischedda
  • Istituto Comprensivo Bosa
  • Il Parroco della Concattedrale
  • Il Parroco della Chiesa del Carmelo
  • La Società del Mutuo Soccorso
  • Il Coro di Bosa

Iniziative speciali

Eventi
Gusta la città