A metà strada tra i due capoluoghi di Cagliari e Oristano, Sanluri da sempre deve la sua fortuna e prosperità alla sua felice posizione, che si è sempre rivelata strategica, sia da un punto di vista storico-militare, che da un punto di vista economico. Il territorio del comune si estende per circa 90 Km² ed è di natura collinare nella parte più a nord-ovest e pianeggiante nella parte sud. La sua economia, originariamente più prettamente agricolo-pastorale, si può considerare ora notevolmente sviluppata anche sul versante della piccola industria, del commercio e dei servizi.

Dal punto di vista turistico Sanluri offre diverse opportunità al visitatore: il richiamo maggiore è esercitato dalla presenza del Castello Giudicale, l’unica fortezza medievale rimasta integra e visitabile in Sardegna; il borgo che si estende a sud del castello è stato oggetto di un’attività di recupero che oggi lo rende gradevole a chi si voglia addentrare nei viottoli pavimentati con il tradizionale ‘acciottolato’.

Un’occasione particolarmente interessante per conoscerlo, che unisce alla piacevolezza del luogo i colori di una sagra popolare, è la Festa del Borgo, che ogni anno a fine settembre viene organizzata con la collaborazione della Pro Loco dagli abitanti e commercianti del borgo stesso allo scopo di “aprire le porte” delle case più tipiche del centro storico di Sanluri e le sue tradizioni culinarie e artigiane. Altri siti di interesse sono costituiti dal Museo Etnografico dei Cappuccini; da alcune chiese molto antiche (San Pietro, San Lorenzo e San Martino) e dalla parrocchia di Nostra Signora delle Grazie che conservano alcuni piccoli capolavori di arte sacra recentemente restaurati e restituiti al pubblico e ai fedeli.

Leggi le origini e la sua storia  (Dal sito istituzionale)

Scopri gli altri comuni del 12-13 maggio

Il sito ufficiale del comune di Sanluri

Scarica/visualizza la guida della manifestazione

Aderire alla manifestazione Monumenti Aperti significa per noi raccontare con orgoglio l’eredità del nostro passato; la conoscenza delle nostre radici e della nostra identità sono la principale ricchezza del nostro paese.
Aprire le porte dei nostri monumenti significa far conoscere ciò che siamo e il senso di ciò che ci circonda; i volontari e gli studenti guideranno i visitatori, lungo il percorso, alla scoperta del nostro patrimonio artistico, del nostro Castello Giudicale, dei nostri musei, delle nostre chiese: documenti di pietra che non solo ci parlano del passato ma sono testimoni del tempo.
Il Museo del pane, una finestra sulle tradizioni e sulla cultura del mondo contadino che profuma di terra e di antichi sapori, racconta l’arte della lavorazione del pane fin dall’antichità, testimonianza di vita e di storia, da trasmettere alle future generazioni.

Il Sindaco Alberto Urpi
L’Assessore alla Cultura Antonella Pilloni

Informazioni Utili

I Monumenti saranno visitabili gratuitamente, il pomeriggio di sabato dalle 16.00 alle 20.00 e la domenica dalle 9.00 alle 13.00 (Castello Giudicale: 10.00/13.00) e dalle 16.00 alle 20.00.

Per la visita ai siti si consigliano abbigliamento e scarpe comode.

Le visite alle Chiese saranno sospese durante le funzioni religiose.

È facoltà dei responsabili della Manifestazione limitare o sospendere in qualsiasi momento, per l’incolumità dei visitatori o dei beni, le visite ai monumenti.

In alcuni siti la visita potrà essere parziale per ragioni organizzative o di afflusso.

Al Castello Giudicale, nell’ambito della Manifestazione, è prevista la visita gratuita solo dei Musei presenti nel piano terra e delle torri.

 

Tutte le informazioni e le indicazioni sono inoltre facilmente reperibili su SanluriAPP (scarica da GOOGLE PLAY per sistemi Android e da APP STORE per sistemi IOS)

A cura dei volontari dell’Università della terza età – Sanluri sarà ubicato all’ingresso del Castello Giudicale e offrirà informazioni sulla manifestazione, sugli eventi speciali e sulla mappa dei siti da visitare Agorà Sardegna Soc. Coop., che gestisce i servizi museali del Castello Giudicale

Tel. 070 9307184 – Cell. 3939916135
email: castellodisanluri11@tiscali.it

Il Sindaco e l’Assessore alla Cultura del Comune di Sanluri, a nome di tutta l’Amministrazione, ringraziano i Dirigenti scolastici, gli studenti e i Docenti delle classi:

  • Istituto Comprensivo Statale di Sanluri
  • Scuola Secondaria di Primo grado “San Giuseppe Calasanzio”
  • Istituto Statale di Istruzione Superiore I.T.C.G. “P.C. Vignarelli”
  • Liceo Classico, Linguistico e Scienti co “San Giuseppe Calasanzio”

Il personale degli Uffici comunali e la Polizia Municipale, il Parroco e Padre Guardiano del Convento dei Cappuccini Padre Franco Murgia, il personale e le operatrici turistiche di Agorà Sardegna Soc. Coop., Dott. Emanuele Villasanta, Dott. Dario Cadeddu e gli allievi del Laboratorio di pittura, Dr.ssa Daniela Madau storico e critico dell’arte, i soci e i volontari
del Comitato “Salviamo S. Antiogu Becciu” Sanluri, l’Associazione Culturale Ghirighè, A.D.A. Associazione per i Diritti degli Anziani – Sanluri, il Complesso strumentale a fiati “A. Ponchielli”, il Coro Polifonico Città di Sanluri, i soci della Compagnia d’armi medioevali – Sanluri, i soci dell’Università della terza età “Generazioni a confronto”, l’Associazione Pro Loco, i Priori e le Confraternite religiose, i volontari e tutti coloro che hanno collaborato per la realizzazione della manifestazione.

Iniziative speciali

Eventi
Gusta la città