Sarà la Basilica paleocristiana di San Saturnino a ospitare la cerimonia di apertura della ventunesima edizione di Cagliari Monumenti Aperti. L’appuntamento è per sabato 13 maggio alle ore 10.

Un’edizione ricchissima di appuntamenti. A partire dai 78 monumenti che saranno raccontati da oltre seimila volontari, in massima parte studenti di ogni ordine e grado.

All’interno della Guida i monumenti sono infatti proposti attraverso quattro percorsi all’interno di altrettanti macro settori che raggruppano, per prossimità, i monumenti visitabili e che fanno riferimento alle quattro strade storiche che dal nucleo antico dell’abitato conducevano verso i territori limitrofi:

Percorso 1: Strada Reale (verso Oristano): da Piazza Yenne lungo il Corso e Sant’Avendrace (colore giallo)
Percorso 2: Strada per Pirri (verso Settimo e Sinnai): dai Giardini Pubblici e Villanova, verso Monte Claro) (colore verde)
Percorso 3: Vecchia strada orientale (verso San Gregorio): dal Bastione di San Remy verso San Saturnino, Is Guadazzonis e S’Arrulloni (colore azzurro)
Percorso 4: Strada per Quartu (verso San Benedetto e il Parco di Terramaini): da Viale Bonaria a La Vega, l’area degli antichi “Orti di Villanova”, verso a San’Alenixedda (colore arancio)

Le visite ai monumenti sono inoltre arricchite da ben nove itinerari e postazioni tematiche.

Tantissime le iniziative speciali per adulti e bambini.

 

Tutte le informazioni sulla pagina dedicata a Cagliari