Matera si prepara ad essere la futura Capitale Europea della Cultura 2019. Se Il Sole 24 Ore si parla di quelle che sono le buone pratiche di gestione per le politiche culturali secondo una visione più macroscopica che deve essere in grado di sviluppare l’ecosistema creativo locale nel lungo periodo e deve andare oltre il 2019.

“l’approccio proposto è stato pensato per generare un processo di co-creazione partendo proprio dai bisogni delle singole organizzazioni locali. Questo approccio ha determinato cinque temi di lavoro sostanziali: la dimensione europea, la componente artistica, il management, la produzione di output per il pubblico e la sostenibilità delle produzioni. Soprattutto, abbiamo lavorato avendo ben in mente la necessità di produrre output culturali non scontati e che potessero continuare a generare l’interesse dei cittadini nel lungo periodo, offrendo sostenibilità economica e sociale al progetto stesso”. Così dichiara Agostino Riitano, Project Manager Supervisor Area Cultura Matera 2019

 

Leggi tutto l’articolo