Qualche cenno sull'argomento:

La Biblioteca Diocesana di Bosa, fondata intorno al 1700, raccoglie principalmente il patrimonio bibliografico appartenuto al Collegio gesuitico di Bosa (1684), al Seminario Tridentino (1797), ai vescovi (mons. Spanedda, mons. Vinati, mons. Pes) e religiosi della diocesi. Col tempo sono confluiti, inoltre, i fondi librari di illustri privati (per citarne alcuni: la famiglia Delitala, Poddighe) che contribuiscono ad arricchire la collezione della biblioteca. Dal 1996 la diocesi ha messo a disposizione della comunità questo ingente patrimonio bibliografico. Una collezione quantificabile all’incirca in 24.000 volumi consistente in un fondo antico di notevole interesse che parte dai manoscritti, passa attraverso le cinquecentine, i volumi del 1600, 1700 e 1800 fino ad arrivare ai giorni nostri. La biblioteca custodisce un fondo giuridico, formativo e teologico molto importante anche per la sua ampiezza. La Bibbia in lingua latina più antica è del 1574 stampata a Venezia: “Biblia, ad vetustissima exemplaria nunc recens castigata, in quibus ea quae subsequens praefatio indicat …”