Qualche cenno sull'argomento:

La chiesa, sorta su una presunta preesistenza giustinianea, fu realizzata su impianto a croce greca, esistente nel periodo antecedente quello giudicale. Era compresa nell’elenco delle chiese dipendenti dal priorato di San Saturno nel Giudicato di Cagliari donate, nel 1089, all’Or- dine dei Vittorini di Marsiglia con donnicalie e domestie che avevano per epicentro il paese. Cambiò nome sotto i Catalani-Aragonesi che aggiunsero il nome di Montserrat, monte in cui sorge il monastero dei Benedettini consacrato alla Madonna nera, dal quale si è propagato nel mondo il culto per la Madonna di Monserrato o Santa Maria di Monserrato o Beata Maria Vergine di Monserrato. La piazza ha subito una notevole modifica nell’aspetto in seguito all’intervento di sistemazione della pavimentazione e dell’arredo. Sul retro è visibile la casa Angioy e a sinistra s’intravvedono i balconi dell’edifico moderno che ha sostituito quello storico.