Qualche cenno sull'argomento:

La chiesa di San Pietro Apostolo sorse probabilmente insieme al paese stesso nell’XI secolo, subendo poi nel tempo numerosi restauri. L’edificio odierno risalirebbe alla ne del XVI secolo. La facciata è in stile gotico catalano e pre- senta un terminale piatto merlato con la croce di pietra. Al centro l’ampio rosone, murato no al 1964, consiste oggi di un’ampia vetrata dipinta. Il portone ligneo si inserisce in due stipiti lisci, culminati da capitelli decorati, reggenti l’architrave. Al di sopra si apre la nicchia con la statua del patrono. A sinistra, continua alla facciata, si innalza la torre campanaria a canna quadrata, culminata da un cornicione traforato. Sempre sulla facciata, tra i blocchi alla base del campani- le, si nota un’iscrizione funeraria di II-III secolo d.C., incisa su una lastra di pietra riutilizzata come materiale da costruzione. L’interno consiste di una navata unica con volta a botte affrescata, divisa in quattro campate da tre archi a tutto sesto. A sinistra sul terzo arco fu eretto il pulpito marmoreo del 1848. Sulla parete di fondo si apre un arco acuto che introduce al presbiterio rialzato, voltato a stella con gemme pendule. L’altare maggiore in marmi policromi fu collocato nel 1848. Dietro di esso si nasconde un piccolo ambiente in passato adibito al coro, che ancora ospita un antico organo a canne del 1772. Le cappelle laterali sono voltate a botte, quattro per lato. La cappella del fonte battesimale ospita il battistero marmoreo del 1830, e vi si trova la scala per la vecchia tribuna del coro, un soppalco ligneo ormai in disuso che sormonta il portale. Di particolare interesse è in ne la cappella della confraternita della Madonna del Rosario, il cui altare marmoreo ottocentesco è sormontato da un retablo ligneo del XVII secolo, e vede esposti quattro frammenti di marmo figurati e iscritti in greco, attribuiti ad un ciborio del X secolo, forse proveniente dalla scomparsa chiesa di San Costantino di Villagreca.