Qualche cenno sull'argomento:

La Chiesa di San Pietro, sorta al di fuori della cinta muraria, si trova al centro del paese; è un tipico esempio di commistione di stili e di collaborazione di intenti che hanno caratterizzato l’architettura religiosa del Medioevo in Sardegna.
Si presenta articolata in due navate coperte a capriate, terminanti in cappelle voltate a crociera, dedicate rispettivamente a San Pietro (cappella maggiore) e alla Vergine della Pietà (cappella a destra).
Sul lato sinistro della navata maggiore si apre una cappella voltata a botte. dedicata al Cristo Crocefisso. Nella semplice facciata, sovrastata da un campaniletto a vela la cui campana è datata 1577, si aprono i due portali di accesso alle navate.
Sopra il portale destro, era inserita un’epigrafe attestante la consacrazione della chiesa nel 1377. L’iscrizione in lingua sarda, custodita attualmente all’interno dell’edificio, reca il nome del Podestà del tempo (Giremeo de Serra) e testimonia l’esistenza di Sanluri come autonomo Comune rurale, in quanto la Chiesa venne costruita per volontà del popolo riunito in assemblea.