Qualche cenno sull'argomento:

Santa Vittoria si trova all’interno del centro storico dove si sviluppò il primo nucleo del Paese; tuttora nelle strade si possono ammirare le porte con le travi e le fiancate in pietra lavorata, risalenti al 1600.

La chiesa, sorta su una chiesa medievale, risale al XVII secolo ed è stata oggetto di continui rifacimenti.

Presenta un bellissimo altare e una semplice facciata a capanna con portale architravato sormontato da un’arcata di scarico e da un rosone.

Dal 1720  al 1774 nella chiesa officiarono i Padri Gesuiti che aprirono un collegio e una scuola.

Della loro presenza, rimane la statua lignea di San Francesco Saverio.

Nell’interno si conserva il simulacro, riccamente adornato, della Vergine Dormiente, la Madonna di Ferragosto, e quello di Santa Maria de Cunzadu, proveniente dall’omonima chiesa medioevale, oggi ridotta allo stato di importanti ruderi.