Qualche cenno sull'argomento:

La Chiesa filiale di Sant’Angelo, precedentemente intitolata a Santo Stefano, risale al XVI secolo. Le forme architettoniche della facciata, come il portale gotico con lunetta ad arco a sesto acuto, la fascia terminale piatta e la merlatura ornamentale, richiamano numerosi edifici di stile tardogotico riconducibili a modelli spagnoli dei secc. XV-XVI. Il museo della memoria e tradizioni religiose è allestito all’interno della Chiesa. Il percorso espositivo si articola in sezioni tematiche e comprende sculture di varie dimensioni, suppellettili e arredi sacri di grande rilievo sia storico che artistico. Particolare importanza rivestono la croce processionale in argento realizzata da Antonio Giovanni Pixoni, risalente al XVI secolo e due statue lignee in estofado de oro raffiguranti l’Angelo Custode e San Carlo Borromeo, riconducibili alla scuola barocca italiana di influenza spagnola.