Qualche cenno sull'argomento:

La Parrocchia di Sant’Ignazio, la prima  in assoluto ad essere dedicata al grande  Santo di Laconi, è sorta a Serramanna nel  1971. Inizialmente le funzioni venivano  celebrate in una struttura privata, riadattata  allo scopo, finché si riuscì, nel 1975,  a dotarla di una struttura propria, consacrata  dall’Arcivescovo Ottorino Alberti il  25 Ottobre 2001. Tra gli arredi sacri spiccano  sicuramente il grande Crocifisso che  sovrasta l’altare maggiore, la Madonna di  Montserrat e il Simulacro di Sant’Ignazio,  opere di Ferdinando Stufflesser. Del pittore  Serramannese Flaviano Ortu sono i dipinti  su tavola e foglia oro: la Pala dell’Altare  raffigurante il “Cristo Eucaristico”, il Trittico  ”Intercessione” e il grande retablo  raffigurante “Le Virtù di Sant’Ignazio con  la Madonna degli Angeli”. Ad un altro Serramannese,  il pittore e muralista Luciano  Lixi, si devono invece le due tele a olio:  “Importanza della fede” e “Resurrezione  di un bimbo”.

Foto di Davide Batzella.