Qualche cenno sull'argomento:

La Parrocchia di Settimo San Pietro, ad alcuni nota come chiesa di San Pietro Apostolo, è un bell’esempio di architettura gotica di importazione iberico catalana con rimaneggiamenti di epoche diverse. La sua consacrazione risale al 1° luglio 1442. è quindi, insieme alla chiesa di San Giacomo in Cagliari, tra i più antichi edifici catalani. Ha pianta ad aula rettangolare. Presenta una navata unica suddivisa in cinque campate tramite arcate ogivali. Il presbiterio, a pianta quadrangolare, ha una volta a crociera stellata. Ai lati si aprono alcune cappelle tra le quali pregevole è quella del Battistero. Questa cappella, risalente al XVII secolo, è in stile tardogotico vi si accede tramite una arco ribassato alla base ci sono due leoni stilofori, originariamente custoditi nella chiesa medioevale di San Giovanni Battista, in campagna. Nella facciata piana merlata con portale architravato sormontato da un arco ogivale, una finestra sostituisce il rosone ora murato. Il campanile, il più alto del campidano, fu costruito nel 1627 da un certo Simone Montanacho. Ha base quadrata e grandi finestre archiacute, ornato da archetti pensili trilobati, in stile romanico-gotico, termina con un tamburo.

Sa crèsia manna de Sètimu

Connota cun su nòmini de Santu Pedru Apòstulu, est unu modellu spantosu de architetura gòtica, a sa manera catalana, cun aciuntas e interventus fatus a pustis. Dd’iant cunsagrada su primu de su mesi de argiolas de su 1442. Duncas, cun sa crèsia de Santu Jacu de Casteddu, est una de is prus antigas pesadas a sa manera catalana. Tenit forma a retàngulu, una navi sceti a cincu campadas partzias cun arcus a ogiva. Su prespitèriu, cuadrau, tenit una bòvida a gruxi steddada. In is ladus s’agatant is capillas: sa prus bella est sa prima a manu manca, su Batistèriu. A custa capilla, fata in su de XVII sèculus, in stili tardu-gòticu, s’intrat passendi asuta de unu arcu abasciau, chi tenit po peis duus lionis, portaus de sa cresiedda de Santu Giuanni Batista, in su sartu de Sètimu. In s’afaciada prana a merlus, cun portali a incroamentu e arcu a ogiva, s’agatat una fentana in logu de su rosoni chi est istètiu tupau. Su campanili, su prus artu de totu su Campidanu, dd’iat fraigau Simone Montanacho. Tenit basi cuadrada e fentanas mannas a arcu acutzu; est afrorigiau cun archixeddus pèndius a tres lobus, in stili romànicu-gòticu, e tenit cobertura a tamburu.