Qualche cenno sull'argomento:

In età punica l’area, situata all’interno e a ridosso delle mura di cinta, venne utilizzata sia come quartiere abitativo sia per attività artigianali. Le testimonianze archeologiche evidenzianoinfatti la presenza, a nord-ovest delle abitazioni, di un’officina ceramica che verso la fine del IV secolo a.C. produceva anfore.

Il sito continuò a essere abitato in età romana, almeno fino al I secolo a.C., quando l’innalzarsi della falda freatica né causò l’impaludamento e perciò l’abbandonato. In epoca imperiale l’area è attraversata da un tratto dell’acquedotto, del quale si conservano qui nove basamenti di pilastri in opera cementizia, che in età antica erano sormontati dagli archi sui quali correva il canale con l’acqua.