Qualche cenno sull'argomento:

Il lavatoio pubblico di Nuraminis è un esempio di archeologia industriale che ha resistito al tempo. Fu costruito intorno agli anni Trenta del Novecento, ed è attualmente inglobato all’interno del Parco di Nuracesus, al quale si può accedere liberamente.
Sin dalla metà dell’Ottocento è possibile rinvenire documenti attestanti spese per la manutenzione della fontana di Nuracesus, costituita da acqua potabile ma utilizzata anche per l’abbeveraggio degli animali. La fonte di Is Muracesus fu bonificata negli anni ’30 ad opera dell’Amministrazione comunale al ne di convogliare le acque sporche dei lavandini del lavatoio e farle defluire nelle campagne.
Si hanno notizie dell’acquisto di 8 vasche in pietra verso la ne degli anni Settanta dell’Ottocento. Prima di allora veniva segnalata la presenza di pietre di granito per lavare i panni. La struttura presenta attualmente due le di vasche parallele riparate da un muro e dalla copertura in ferro e ghisa realizzata dalla ditta Pietrino Doglio nel 1933.