Qualche cenno sull'argomento:

Il Monte granatico venne istituito a Villacidro nel 1761 ma solo qualche decennio più tardi trovò sede in questa struttura. L’edificio, di recente ricostruzione, dal 2003 ospita il Museo Civico Archeologico “Villa Leni” (insieme alla sede della Pro Loco) dove sono esposti numerosi reperti rinvenuti nei circostanti territori di Villacidro e dei comuni limitrofi, databili tra il Neolitico recente e l’Alto Medioevo. L’esposizione è arricchita da una vasta serie di pannelli didattici tra cui una carta che illustra i ritrovamenti sul territorio e uno schema cronologico dettagliato. Tra i vari oggetti si segnalano gli strumenti in pietra di Cottega, il corredo tombale di età romano-imperiale dalla necropoli di Ruinas, ceramiche decorate, monili bronzei d’età tardo antica e bizantina e un bottone di bronzo che raffigura le torri quadrilobate di un nuraghe, scelto come simbolo del museo.