Qualche cenno sull'argomento:

Verso il 330 a.C. i Cartaginesi realizzano nella città punica di Olbia una cinta muraria a scopo difensivo. In via Torino è presente il tratto murario meglio conservato, pertinente al settore occidentale del circuito che difendeva la città nel versante rivolto verso l’entroterra.

Si conservano i resti di un torrione, di un accesso e di un tratto della cortina muraria. Il tutto realizzato con blocchi di granito di grosse dimensioni, squadrati e che in alcuni casi conservano il bugnato.

A breve distanza, nella piazza del complesso residenziale di via Acquedotto, attraverso due piramidi di vetro è possibile vedere i resti di un’ulteriore porzione di mura presso cui è stato ritrovato un tesoretto monetale della fine del II secolo d.C. in cui erano presenti soprattutto monete dell’imperatore Commodo.