Qualche cenno sull'argomento:

La chiesa di Cabu Abbas dal sardo, che in italiano “a capo delle acque”, è una delle chiese del territorio che risale al periodo storico compreso tra il XII e XIII sec.; fu costruita in stile romanico-pisano. Nel passato è stata anche residenza di monaci di Montecassino.
Interamente in calcare bianco intramezzato da trachiti nere, la chiesa ha l’abside rivolta a sud-est e vano absidato lungo il fianco settentrionale, un’unica navata voltata a crociera, sostenuta da archi a sesto acuto e portale architravato con arco di scarico.
Il pregio della facciata esterna è rappresentato da una scultura antropomorfa, la cui forma non è facilmente interpretabile, ma si suppone che rappresenti una divinità precristiana. La chiesa ha subito un restauro nel 1971.
Le celebrazioni religiose si svolgono l’8 Settembre con ricorrenza annuale, in occasione della festività in onore di Maria bambina.