L’anno europeo del patrimonio culturale è stato l’occasione per l’avvio di un progetto organico e continuato, in cui ci si è posti l’obiettivo di esplorare le possibili generazioni di valore sociale ed economico prodotte dalla relazione tra digitale e patrimonio culturale materiale e immateriale.
L’obiettivo concreto che ci si pone è quello di individuare ed elaborare pratiche e applicazioni utili a favorire la partecipazione attiva degli utenti nel loro rapporto – in costante evoluzione – con i beni culturali, secondo principi coerenti con la Digital Social Innovation.

L’analisi dei Big Data rilevati dai flussi di informazioni prodotti dai social media e in generale dall’ecosistema dei canali digitali fornisce una base quali-quantitativa interessante per definire forme e modalità attuali, potenziali e plausibili del dialogo con il pubblico.

Progetto Cultura 3.0 è ideato e promosso dal reparto di ricerca e sviluppo dell’azienda di DeRev, ispirato agli studi in materia del Professor Pier Luigi Sacco (Special Adviser to European Commission in the field of Cultural Heritage, oltre che docente dello IULM di Milano, visiting Professor dell’Università di Harvard). DeRev crede fermamente nelle potenzialità del digitale come elemento di cambiamento sociale ed empowerment individuale e collettivo, come dimostrano i riconoscimenti ottenuti dal Parlamento Europeo, dall’Unione Europea e da attori nazionali di rilievo assoluto come Altroconsumo.

 

PER SAPERNE DI PIU’