Per la XXIV edizione di Monumenti Aperti, i soci dell’Associazione Imago Mundi e il Comitato Scientifico Promotore della manifestazione hanno individuato il tema della memoria in rapporto con il patrimonio culturale quale filo conduttore delle attività della manifestazione. Un’idea “di memoria e di memorie” che ci invita a considerarla come progetto a lungo termine.

Le amministrazioni partecipanti saranno quindi chiamate a individuare i monumenti da rendere fruibili, creando itinerari e iniziative speciali in linea con questa tematica. Le visite guidate speciali dei volontari, oltre che raccontare la storia del monumento, dovranno approfondire il racconto anche sulle esperienze memorabili che abitano quei luoghi, i significati che nel tempo hanno avuto per il territorio e per i suoi abitanti, i segni di cambiamento che hanno lasciato.

È la memoria trasmessa ai giovani dagli adulti, e che i giovani restituiscono – rielaborandola e interpretandola – insegnando, a loro volta, agli adulti. Per il 2020 la manifestazione si pone l’obiettivo di creare una Esperienza Memorabile che ci faccia vedere in modo diverso, nuovo, Monumenti Aperti.