Anche Paola Piroddi, Assessora Cultura, Spettacolo, Verde Pubblico e Benessere Animale del comune di Cagliari è tra i dodici assessori alla Cultura delle grandi città, firmatari delle lettere inviate ai Ministri Catalfo e Franceschini. Questi ora chiedono un confronto con i due ministri, ma hanno già avuto un proficuo scambio con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con i quali ci si è confrontati su due aspetti che riguardano molti lavoratori della cultura nell’immediato e sulla richiesta di una misura generalizzata in futuro:

  1. consentire, nei provvedimenti attuativi del decreto “Cura Italia”, l’accesso al fondo di ultima istanza, istituito con l’articolo 44 del decreto,  a sostegno di lavoratori autonomi e in regime di collaborazione coordinata continuativa, anche a categorie di lavoratori che prestano un’opera o un servizio, con lavoro prevalentemente in proprio e senza vincolo di subordinazione, ma non titolari di partita IVA;
  2. rendere possibile l’attivazione della cassa integrazione straordinaria anche per i lavoratori intermittenti, o a chiamata, considerando come base il reddito percepito nel 2019.

 

LEGGI L’ARTICOLO SU AG|CULT