Venerdì 11 dicembre ore 11 è in programma il terzo convegno organizzato dall’Associazione Imago Mundi: Il futuro già presente – Impatti, strategie e approcci innovativi per il patrimonio culturale. Sarà un convegno tutto in digitale, i relatori si incontreranno nella piattaforma ZOOM per un appuntamento virtuale.

Fabrizio Frongia sarà il moderatore del convegno in cui interverranno: per i saluti il nuovo Presidente di Imago Mundi, Massimiliano Messina, e successivamente la vice Presidente, Tiziana Sassu ed Elisa Cadinu, volontaria di Monumenti Aperti, che ci parleranno di Monumenti Aperti e approfondiranno il tema dell’edizione 2020: anticorpi di bellezza – #memorabiliesperienze; a seguire Claudio Gnessi, Presidente dell’Associazione per l’Ecomuseo Casilino Ad Duas Lauros; Gaetano Balestra, socio della Cooperativa Sociale ONLUS La Paranza; Fabio Viola, docente universitario, autore di saggi e designer di videogiochi e Maria Giovanna Fara, responsabile programmazione e progettazione Fondazione Alghero; Francesco Obino, coordinatore del Museo Oristano “Genesi ed evoluzione del Museo Virtuale della città di Oristano”; Emilio Casalini, giornalista, fotoreporter, scrittore e Direttore Creativo dell’Ecomuseo dei 5 Sensi di Sciacca; Erminia Sciacchitano, uffici di diretta collaborazione del Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.

Quello che appariva un futuro indefinito è già presente: un’accelerazione al cambiamento si è imposta sotto la spinta di una quotidianità inattesa. In questo contesto anche le realtà impegnate nella valorizzazione del patrimonio culturale non si sono fermate, hanno cercato di interpretare le evoluzioni, hanno progettato e lanciato iniziative e servizi. Hanno innovato, ognuna a suo modo. E allora ritrovare le reti, alimentarle, rendere questo momento di transizione una buona occasione per dialogare e scambiarsi le buone pratiche in atto, è un momento per conoscere le nuove direzioni e integrare i tanti futuri possibili.

Convegno realizzato grazie al contributo della RAS LR n.14/2006 e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali Legge 17 Ottobre 1996, N. 534.

I RELATORI: le biografie

Socio fondatore della Onlus Imago Mundi che cura la rete della manifestazione Monumenti Aperti dal 1999 e del Consorzio CAMU’, una delle organizzazioni culturali più importanti della Sardegna nata nel 2004.

Esperto di pianificazione e controllo delle PA, operatore culturale, volontario, Ambasciatore del Principato di Monaco per il “turismo d’affari”.

Agronoma di formazione, narratrice di vocazione, divulgatrice per passione.
Impegnata dai primi anni 2000 nello studio, conservazione e cura dei Paesaggi agrari con azioni di sensibilizzazione e progettazione.
Esperta di educazione ambientale e di processi di sviluppo rurale, opera nel settore formativo svolgendo percorsi educativi indoor e outdoor per il mondo della Scuola e delle Professioni.
Collabora con studi di architettura nella progettazione delle aree verdi urbane.
Racconta le trasformazioni delle campagne in città accompagnando cittadini ignari da un giardino nascosto all’altro alla riscoperta delle radici rurali.
Persegue gli obiettivi dell’Ortoterapia realizzando orti con utenze disagiate (disabilità psichiatriche e motorie, minori detenuti, rifugiati e richiedenti asilo).
Fruitrice entusiasta di Monumenti Aperti fin dalle prime edizioni, inizia a collaborare con l’Associazione Imago Mundi vivendo “memorabili esperienze” che la portano, prima, a contribuire come relatrice e oggi ad essere eletta Vicepresidente dell’organizzazione.

Ventidue anni, sin dalle elementari ha partecipato quasi tutti gli anni alla manifestazione Monumenti Aperti come guida con la scuola. Attualmente studia Beni Culturali all’Università degli Studi di Cagliari (indirizzo storico-artistico).
In ambito universitario è stata parte dello staff di Monumenti Aperti sia come guida che per quanto riguarda il lato progettuale e organizzativo del 30piedi dei Monumenti con Vestigia-Unica.
In conclusione della laurea triennale, è al momento impegnata in un tirocinio con la nostra associazione durante il quale ha realizzato dei contenuti digitali per l’edizione speciale 2020 di Monumenti Aperti online.

Interaction Designer, formatore, manager culturale e di comunità.
È autore di diversi saggi, articoli e seminari sulla progettazione di modelli culturali per le periferie urbane.
Nel 2018 è stato indicato come uno dei più importanti innovatori romani dalla rivista inglese Monocle.
Dal 2015 è presidente dell’Ecomuseo Casilino.

Assistente sociale e docente presso l’università degli studi “Federico II” di Napoli al corso di laurea in servizio sociale, presiede cooperazione San Gennaro, l’associazione che raggruppa le realtà del terzo settore che operano nel Rione Sanità e che si occupano della realizzazione di progetti socio-educativi in favore dei giovani del quartiere, all’interno della quale vi è la cooperativa La Paranza, che gestisce le catacombe di Napoli, della quale è socio e social media manager.

Docente universitario, autore di saggi e designer di videogiochi. Fonda all’età di 22 anni la sua prima start up e lavora con Electronic Arts Mobile, Vivendi Games ed ad altre società internazionali di videogiochi su titoli iconici come Fifa, The Sims, Harry Potter. Studia gli impatti del gioco nella vita quotidiana e ha contribuito ad introdurre le logiche della gamification in aziende ed enti pubblici. Considerato uno dei più influenti gamification designer al mondo, ha raccontato le nuove logiche del coinvolgimento  in testi come  “L’Arte del Coinvolgimento” (Hoepli 2017) ed il saggio in uscita “L’Era della Cultura Interattiva”. E’ coordinatore area gaming Scuola Internazionale di Comics di Firenze e fondatore di TuoMuseo, un collettivo di artisti specializzato in operazioni di valorizzazione del patrimonio culturale attraverso i videogiochi. Tra le sue ultime produzioni Father and Son per il Museo Archeologico Nazionale di Napoli con oltre 4.5 milioni di download, A Life in Music per il Teatro Regio di Parma  e The Medici Game per gli Uffizi. E’ attualmente game designer per la Fondazione Alghero con un progetto pluriennale di infrastrutturazione ludica della città ed ha recentemente coordinato il progetto Fragments of Life, per il Consorzio europeo di ricerca Restore, sulle nuove terapie geniche per la cura della Leucemia.

Maria Giovanna è esperta di progettazione e gestione in ambito culturale e turistico. Laureata in Comunicazione a Siena e in Management Culturale a Venezia, ha svolto attività di ricerca in progettazione culturale presso IUAV di Venezia.

È responsabile dell’area progettazione e programmazione della Fondazione Alghero | Musei Eventi Turismo Arte di Alghero, organizzazione che gestisce per conto del Comune di Alghero – suo partner di riferimento – le politiche per la valorizzazione del patrimonio storico, archeologico e culturale di Alghero.

Nato a Oristano nel 1974, dove vive e lavora.

Ha conseguito il Baccellierato in Teologia presso la Pontificia Facoltà Teologica della Sardegna e un Diploma di Master in Economia della cultura: politiche, governo e gestione presso l’Università di Roma Tor Vergata.

Dal 2006 svolge il ruolo di Direttore della Fondazione Sa Sartiglia prima e della Fondazione Oristano poi.

È Coordinatore di Museo Oristano, Presidente dell’Associazione Culturale BES – Best Events Sardinia e coautore di diverse pubblicazioni sulla Sartiglia e sul Gremio dei Contadini di Oristano.

Direttore creativo del Museo Diffuso dei 5 Sensi di Sciacca, fotoreporter, giornalista e scrittore, dal 2001 lavora in RAI come inviato e autore di inchieste, reportages e documentari in Italia e all’estero. Nel 2010 entra nella squadra di Report dove vince il Premio Ilaria Alpi con il servizio Spazzatour, dedicato sui traffici internazionali di rifiuti.

Nel 2016 è autore del libro “Rifondata sulla Bellezza”, edito da Spino Editore, un manifesto incentrato sulla potenziale narrazione delle infinite sfumature del nostro patrimonio culturale, naturale, storico e artistico.
Insegna Narrazione dei Territori all’Università Bicocca di Milano. Ha ideato e condotto per Rai Radio2 il programma “Bella Davvero”. Nel 2020 ha ideato e condotto su Rai 3 il programma “Generazione Bellezza”.

Erminia Sciacchitano, attualmente membro dello staff degli Uffici di diretta collaborazione del Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, si è occupata dello sviluppo delle politiche culturali e di economia della cultura presso la Direzione Generale Educazione e Cultura della Commissione Europea.

Nel 2018 è stata l’Advisor scientifico dell’Anno europeo del patrimonio culturale.

Ha curato e promosso per il Mibact il dossier che ha portato alla Firma della Convenzione di Faro.

IL PROGRAMMA – scarica la locandina

11.00 – 11.10 SALUTI
Massimiliano Messina, Presidente di Imago Mundi Onlus

11.10 – 11.20 INTRODUZIONE AI TEMI
Marcello Minuti | moderatore del convegno | Coordinatore generale della Fondazione Scuola dei Beni e delle Attività Culturali

INTERVENTI
11.20 – 11.30
Tiziana Sassu | Vice Presidente di Imago Mundi Onlus Monumenti Aperti Anticorpi di bellezza #memorabili esperienze

11.30 – 11.40
Claudio Gnessi | Presidente dell’Associazione per l’Ecomuseo Casilino Ad Duas Lauros
L’Ecomuseo dei bambini e delle bambine

11.50 – 12.00
Fabio Viola | Docente universitario, autore di saggi e designer di videogiochi e Maria Giovanna Fara | responsabile programmazione e progettazione della Fondazione Alghero L’innovazione culturale e il progetto di cooperazione euromediter- ranea MED GAIMS – ENI CBC MED – Programme 2014-2020

12.00 – 12.10
Francesco Obino | Coordinatore del Museo Oristano
Genesi ed evoluzione del Museo Virtuale della città di Oristano

12.10 – 12.20
Emilio Casilini | Giornalista, fotoreporter, scrittore e Direttore Creativo dell’Ecomuseo dei 5 Sensi di Sciacca
Creazione di contenuti, posizionamento e narrazione identitaria del Museo Diffuso dei 5 Sensi

12.20 – 12.30 | Erminia Sciacchitano | Uffici di diretta collaborazione del Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo
Le prospettive future della valorizzazione del patrimonio culturale in dialogo con le politiche europee

12.30 – 12.40 | DIBATTITO E CONCLUSIONE LAVORI