Dalla mobilità sostenibile al benessere psico-fisico dei cittadini, fino alla valorizzazione dei beni storici e culturali di tutta Italia: il programma Smarter Italy ha obiettivi ambiziosi e tocca diversi ambiti della società. Tutto nasce dal protocollo d’intesa firmato da tre ministeri che si impegnano per realizzare gare d’appalto innovative.

Rispetto agli appalti tradizionali, in cui lo Stato acquista beni o servizi già disponibili sul mercato, con gli appalti innovativi si invitano aziende ed enti a presentare le proprie soluzioni sperimentali. La Convenzione apre le porte anche a organizzazioni ed enti pubblici che potranno aderire al programma e co-finanziarlo, aumentando così i fondi disponibili. D’altra parte, gli appalti innovativi saranno anche un enorme stimolo per le tante aziende, enti di ricerca, startup che hanno progetti in cantiere ma non hanno trovato l’occasione per realizzarli.

Tra le aree di intervento è inclusa anche la valorizzazione dei beni culturali: è necessario individuare le aree di rilevanza storica e artistica e valorizzarle sia a livello economico che turistico.

LEGGI TUTTE LE INFORMAZIONI

Il valore complessivo degli appalti è di 90 milioni di euro. Smarter Italy comprende 11 grandi città italiane, tra cui anche Cagliari, e altre 13 città italiane di minore dimensione, tra le quali Alghero e Carbonia per la Sardegna. Il programma Smarter Italy ha individuato un insieme di città e borghi che posseggono le caratteristiche adeguate per svolgere il ruolo di “soggetto ospitante” la sperimentazione delle nuove soluzioni.