“Finalmente la cultura finisce al centro delle scelte internazionali. Una cultura come strumento di dialogo e parte delle scelte economiche dei prossimi anni. Si riconosce che investire in cultura significa investire in crescita economica, sviluppo sostenibile, creazione di posti di lavoro”. Lo ha detto il ministro della Cultura, Dario Franceschini, al termine dei lavori del G20 Cultura. Inoltre ha aggiunto “è stata riconosciuta all’Italia una leadership nel mondo della cultura” e che ha portato all’approvazione all’unanimità della Dichiarazione di Roma, un documento in 32 punti “non simbolico, ma pieno di contenuti discussi per mesi fino all’ultimo minuto”, sottolinea il titolare del MiC. Tra i punti viene stabilito che il G20 Cultura diventerà un appuntamento permanente.

LEGGI TUTTA LA NEWS SU AG|CULT

Riconoscere la cultura e la creatività come parte integrante di agende politiche più ampie, come i diritti umani, la coesione sociale, l’occupazione, l’innovazione, la salute e il benessere, l’ambiente e lo sviluppo locale sostenibile; ma anche garantire che i professionisti e le imprese culturali e creative abbiano il dovuto accesso all’occupazione, alla protezione sociale, all’innovazione, alla digitalizzazione e alle misure di sostegno al business. Questi alcuni dei 32 punti contenuti nella Dichiarazione di Roma dei ministri della Cultura G20, approvata all’unanimità nel corso della ministeriale che si è tenuta giovedì 29 e venerdì 30 luglio a Roma. La Dichiarazione, tra le altre, affronta le tematiche della protezione del patrimonio culturale, dei settori creativi come motori per la  rigenerazione e una crescita sostenibile ed equilibrata, dei cambiamenti climatici, della formazione e dell’istruzione, della transizione digitale e delle nuove tecnologie per la cultura.

Noi, Ministri della Cultura del G20, presenteremo questa Dichiarazione Ministeriale al Vertice dei Leader del G20 del 2021 e sosterremo l’introduzione della Cultura nel workstream del G20, dato il suo forte impatto economico e sociale a livello nazionale e globale

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO SU AG|CULT

SCARICA I DOCUMENTI DAL SITO MIC