Nel weekend del 18 e 19 dicembre si chiude la venticinquesima edizione di Monumenti Aperti. A Bitonto, in Puglia, cala il sipario dell’edizione 2021 ricca di speranza: il primo dato positivo è che, rispetto a quella del 2020, quella di quest’anno è stata una edizione prevalentemente in presenza che ha visto, finalmente, il ritorno dei ragazzi nei monumenti, nelle strade e nelle piazze, pur con il mantenimento di alcune opportune norme di sicurezza.

Monumenti Aperti ritorna in Puglia a Bitonto. In occasione della quarta edizione locale venerdì 17 dicembre dalle 16.30 alle 19.30 ci sarà un’anteprima della manifestazione pugliese: gli studenti delle scuole secondarie di I grado “Vincenzo Bellezza” di Palombaio e “Francesco Speranza” di Mariotto dell’istituto comprensivo “Don Tonino Bello” guideranno i visitatori tra i monumenti e le tradizioni di Palombaio e Mariotto, due frazioni di Bitonto. Nella serata sarà possibile visitare il Palazzo Sylos e conoscere il tradizionale falò di Santa Lucia, un evento realizzato con la preziosa collaborazione della Parrocchia e con l’ANSPI di Palombaio.
Nel pomeriggio di sabato 18 dalle ore 16.30 alle 19.30 e domenica mattina 19 dicembre dalle 9.30 alle 12.30 le visite guidate interesseranno, invece, i 5 itinerari cittadini di Bitonto lungo piazza Cavour, piazza Cattedrale, piazzetta Minerva, il Giardino pensile del museo diocesano per giungere al teatro Traetta. Le visite guidate avranno una frequenza di 20 minuti e saranno accessibili 20 persone per turno.

Il progetto è finanziato dal Comune di Bitonto e realizzato con la collaborazione delle associazioni e delle OdV del Comune di Bitonto e con il partenariato degli istituti scolastici.