Di antica tradizione agro-pastorale, Assolo è situato nell’alta Marmilla. Conserva intatto il centro storico con le caratteristiche case “a corte” e gli antichi portali. Alla bella parrocchiale di San Sebastiano del 1633 fa da dirimpettaio il Monte Granatico del XIX sec., mentre, ad appena 1 km dall’abitato, all’interno di un pittoresco uliveto, sorge la chiesa di Santa Lucia il cui primo impianto è ascrivibile al VII sec.; attorno ad essa si estende un’importante area archeologica con testimonianze dall’epoca nuragica a quella altomedievale. Il passato riemerge in numerosi siti archeologici, i quali raccontano un arco temporale di oltre cinquemila anni con nuraghi, villaggi e necropoli da dove provengono interessantissimi reperti. Il territorio è immerso in un paesaggio estremamente suggestivo, ricco di lecci e sughere e costellato da sorgenti che spesso vanno a formare delle cascate di pura e freschissima acqua. A breve distanza dal paese, l’altopiano della Giara custodisce in una natura incontaminata di boschi, praterie e laghi stagionali numerose mandrie dei famosi cavallini selvatici. Assolo conserva intatto un grande patrimonio di tradizioni, feste e sagre. Fra esse, la festa di Santa Lucia, la terza domenica di settembre, costituisce un appuntamento imperdibile. Negli ultimi anni, ha grande risonanza l’evento del Presepe Vivente che si svolge in concomitanza delle feste natalizie e che è ritenuto il più grande d’Italia.

Il sito ufficiale del Comune di Assolo

Visualizza/scarica la guida alla manifestazione locale

Benvenuti!

Monumenti Aperti costituisce per gli abitanti di Assolo un’importante occasione per riappropriarsi delle sue radici e contemporaneamente per fare del proprio patrimonio identitario un affascinante racconto indirizzato a tutti coloro che desiderano visitare il paese. La crisi demografica ed economica legata a dinamiche di respiro regionale che affligge questo centro dell’Alta Marmilla, così come tanti altri dell’entroterra sardo, può essere fronteggiata e in parte risolta da coraggiose politiche di valorizzazione e promozione del patrimonio archeologico, storico, artistico ed etnografico, patrimonio che costituisce il più efficace strumento di riscatto per piccoli comuni come quello di Assolo penalizzati dallo spopolamento ma ricchi di veri e propri tesori culturali forti di millenni di storia. Pertanto, quella di Assolo vuole essere una s da contro i luoghi comuni che ruotano attorno all’eredità del passato, per questo l’Amministrazione assolese è impegnata da diversi anni in un progetto di recupero e valorizzazione dei propri beni culturali al ne di dare corso ad una proficua ricaduta economica che incida positivamente sulla realtà locale creando anzitutto nuovi orizzonti lavorativi per i giovani. L’evento di Monumenti Aperti rientra a pieno titolo in questo coraggioso progetto.

Il Sindaco
Giuseppe Minnei

Informazioni Utili

I monumenti saranno visitabili gratuitamente con orario continuato sia il sabato che la domenica dalle 9.00 alle 20.00.

  • Per la visita ai siti si consigliano abbigliamento e scarpe comode.
  • Le visite alle chiese saranno sospese durante le funzioni religiose.
  • È facoltà dei responsabili della manifestazione limitare o sospendere in qualsiasi momento, per l’incolumità dei visitatori o dei beni, le visite ai monumenti.
  • In alcuni siti la visita potrà essere parziale per ragioni organizzative o di afflusso.

e-mail: comuneassolo.consiglieri@gmail.com

e-mail: comuneassolo.consiglieri@gmail.com

  • Società Cooperativa NURE – Servizi integrati per l’archeologia-Isili
  • Associazione culturale onlus NURA-Nuragus
  • ATS Sardegna-ASSL Oristano
  • Associazione Bentu ‘e Jara-Assolo
  • Istituto Comprensivo di Ales

Iniziative speciali

Eventi
Gusta la città