IUBILANTES  in collaborazione con Comunità Pastorale San Vincenzo – Cantù-Intimiano, il Comune di  Cantù, partner di progetto AUSER CANTURIUM e UICI COMO organizza:

Camminacittà in Cantù 

inaugurazione del nuovo percorso slow urbano, accessibile a tutti e dedicato alla riscoperta dell’asse storico canturino della via Francigena Renana e di luoghi e tradizioni della Cantù medioevale.

 

SABATO 28 SETTEMBRE

Ritrovo ore 15.30 per Il Cammino delle Madonne del latte

Un piacevole itinerario pedonale urbano, accompagnato e illustrato dai volontari Iubilantes, che porta alla riscoperta delle tracce in città del culto, antico e sentito, per la Madonna del Latte, la Vergine allattante Gesù Bambino. La rilettura di una rete  devozionale che tocca le vie di accesso del borgo e i varchi della cinta muraria, quasi a proteggere la città e i suoi abitanti.

  • Località di ritrovo e partenza: Cantù, Basilica di S. Vincenzo di Galliano
  • Località di arrivo: Cantù, chiesa di S. Antonio
  • Tipologia percorso: urbano
  • Ambiente: zona urbana
  • Lunghezza totale: 2,8 Km circa
  • Tempo di percorrenza a piedi (esclusi tempi di visita): 1 ora circa
  • Difficoltà: Turistica
  • Accessibilità: buona

 

DOMENICA 29 SETTEMBRE

Ritrovo ore 15.30 per Il Cammino delle mura

Un secondo percorso pedonale urbano, accompagnato e illustrato dai volontari Iubilantes, lungo l’antico tracciato della poderosa cinta muraria che difendeva il borgo medioevale di Canturium, con un affascinante viaggio nello spazio e nel tempo.

  • Località di ritrovo e partenza: Cantù, sagrato della Basilica di S. Paolo
  • Località di arrivo: Cantù, sagrato della Basilica di S. Paolo
  • Tipologia percorso: urbano
  • Ambiente: zona urbana
  • Lunghezza totale: 3 Km circa
  • Tempo di percorrenza a piedi (esclusi tempi di visita): 1 ora e 20 circa
  • Difficoltà: turistica
  • Accessibilità: buona

 

INFO E ISCRIZIONI: 
Partecipazione gratuita, ma su prenotazione, con nome, cognome, data di nascita (per assicurazione)

Invito al donativo a sostegno della prosecuzione del  progetto “Monumenti aperti per una città per tutti”