Il paese di Genuri si estende su un territorio di 770 ettari, alle pendici sud-occidentali dell’altopiano della Giara, ad un altezza di 226 m. Conta 311 abitanti. Il centro abitato è attraversato da RIO SADURU che nasce dalla Giara con il nome RIU BOLANTI.
Nel medioevo, il paese faceva parte del Giudicato d’Arborea, nel dipartimento della Marmilla; poi appartenne al Marchesato di Quirra. Fino al 1775 costituì con Setzu un’unica prebenda di un canonico della cattedrale di Ales.
L’origine del nome potrebbe derivare dalle parole latine Janna (porta) e Urus (toro), interpretabile come “porta del toro“, oppure semplicemente “piccola porta“, dal diminutivo del sardo “genna”  (gennulliu).
In passato era fiorente la produzione di tappeti e copriletto di lana colorata; oggi, invece, l’attività prevalente è la coltivazione di cereali, leguminose e l’olivicoltura con la produzione di olio di eccellente qualità grazie alla presenza di olivi plurisecolari.
Alcune famiglie si tramandano, ancora oggi, l’arte della lavorazione delle foglie di palme in occasione della Pasqua e la produzione di cestini di canna e olivastro.

Il Comune di Genuri è lieto di partecipare per la prima volta a Monumenti Aperti, un evento che rappresenta l’occasione di mostrare al pubblico la nostra storia, ricca di bellezze e risorse da scoprire per chi non conosce il nostro territorio e da riscoprire per chi si prepara a raccontarlo al pubblico. Un momento di festa, socialità, bellezza e cultura che riunisce le energie dei grandi e dei piccini, da condividere insieme, nel pieno spirito del tema di quest’anno Radici al futuro. Sono tante le iniziative che il pubblico potrà apprezzare: il Palio degli asinelli di razza sarda e la Sagra de su pani, casu e binu arrasu, giunti quest’anno alla ventesima edizione. Saranno aperte le tre chiese e la casa museo dell’olio e dell’arte contadina dove le nostre guide racconteranno e mostreranno pezzi della nostra storia, ancora viva. Chi vorrà potrà partecipare a un laboratorio del pane che viene prodotto a Genuri con il grano Cappelli. La novità è l’apertura al pubblico, per la prima volta, del Nuraghe San Marco. Dopo una lunga campagna di scavi che ancora continua, grazie alla preziosa collaborazione della Soprintendenza di Cagliari e la tenacia nel corso di quasi vent’anni di un progetto che vede finalmente la luce, sarà possibile visitare il sito nella sua completezza. Tra i monumenti includiamo quelli viventi: con una guida esperta visiteremo i patriarchi verdi, i nostri ulivi plurisecolari, che questa amministrazione intende continuare a preservare e a valorizzare.
Tra le vie del paese e accanto ai siti più importanti potrete apprezzare una serie di eventi musicali e folcloristici che accompagneranno la manifestazione, in linea con la nostra tradizione, con sfilate in costume, fisarmonicisti locali, microstorie e canzoni lungo le vie del paese, passeggiate sul calesse per le vie di Genuri e tanto altro ancora.
Genuri vi aspetta e vi accoglie numerosi!

Il Sindaco
Danilo Piras

Assessora alla cultura
Ilaria Lisci

Informazioni Utili

I monumenti saranno visitabili gratuitamente, il pomeriggio di sabato dalle 15.00 alle 20.00 e la domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.00

  • Per la visita ai siti si consigliano abbigliamento e scarpe comode.
  • Le visite alle chiese saranno sospese durante le funzioni religiose.
  • E’ facoltà dei responsabili della manifestazione limitare o sospendere in qualsiasi momento, per l’incolumità dei visitatori o dei beni, le visite ai monumenti.
  • In alcuni siti la visita potrà essere parziale per ragioni organizzative o di afflusso.

e-mail:

  • servizio.sociale@comune.genuri.vs.it
  • genuri@eurodesk.eu

Info Point: Pro Loco Comune di Genuri

  • Comune di Genuri
  • Associazione Pro Loco Genurese
  • Scuola primaria di Barumini – Istitituto comprensivo Villamar
  • Scuola C.P.I.A – Scuola per gli adulti
  • Centro di aggregazione sociale e biblioteca comunale
  • Agenzia Eurodesk Locale Genuri
  • Soprintendenza di Cagliari
  • Diocesi di Ales e parroco di Genuri don Samuele
  • Agenzia Agris della Regione Sardegna

Iniziative speciali

Eventi
Gusta la città