Abitata fin dall’epoca nuragica, Bosa sorge nella vallata del fiume Temo, il solo navigabile della Sardegna per circa Km 6. La città è immersa nelle verdeggianti vallate della regione storica della Planargia, zona particolarmente rinomata per la tradizione enogastronomica e per la qualità dell’olio e dei vini.

Bosa, con il suo territorio, con la sua storia e i suoi monumenti come il castello Malaspina, l’ex cattedrale romanica di San Pietro extra-muros, i palazzi e le chiese del centro storico e le antiche concerie affacciate sul fiume è sicuramente uno dei centri fluviali di maggior attrazione della Sardegna. Poco distante dalle acque cristalline del mare occidentale, Bosa è dominata dal castello dei Malaspina sul colle di Serravalle, intorno al quale si stringono le alte case del Borgo medioevale che scendono fino alla sponda del Temo, che con il suo corso sinuoso attraversa la città da est a ovest.

Il verde intenso degli ulivi secolari, l’azzurro del mare sullo sfondo, il rosa della pietra con cui sono ingentilite le case del centro antico, il rosso, il giallo delle tradizionali imbarcazioni dei pescatori locali. Bosa è anche una città di mare, con le sue spiagge dalle caratteristiche uniche e le numerose calette raggiungibili solo in barca, dove il mare conserva ancora tutto il suo fascino. Il fondale marino di Bosa offre panorami di rara bellezza.

Sito ufficiale del Comune di Bosa

Visualizza il pieghevole sfogliabile

Informazioni Utili

Iniziative speciali

Eventi
Gusta la città

I monumenti