Pula è un vivace comune costiero di 7 mila abitanti, sito a sud ovest del Golfo di Cagliari da cui dista 30 chilometri. Il suo territorio è eccezionalmente ricco di bellezze naturali e archeologiche: chilometri di spiagge dorate protette da profumate e ombrose pinete, un entroterra selvaggio da vivere con passeggiate e itinerari di trekking alla scoperta di suggestive foreste dove si possono avvistare animali maestosi e rari, l’antica città di Nora, sito archeologico considerato la perla del Mediterraneo e numerosi monumenti di grande interesse storico-culturale.
La piazza centrale della cittadina e le vie limitrofe brulicano di bar all’aperto, ristoranti, negozi, laboratori artigiani e nelle serate estive il tutto si anima con eventi culturali e di intrattenimento.
Pula è una cittadina a forte vocazione turistica e nel territorio sono presenti molteplici strutture ricettive pronte ad accogliere tutto l’anno i migliaia di turisti e visitatori che giungono in loco per le vacanze.
Impossibile non amare Pula, vero e proprio gioiello del sud Sardegna.

E’ con gioia e ottimismo, dopo due anni profondamente condizionati dalla pandemia, che Pula rinnova , l’appuntamento con “Monumenti aperti”, organizzando un’edizione ricca di luoghi dal grande interesse storico, architettonico ed ambientale, accompagnati da eventi culturali ricchi di suggestione, fortemente  legati all’identità culturale della nostra isola.
Anche quest’anno dunque, turisti, visitatori e ai cittadini stessi, avranno l’opportunità di visitare gratuitamente i luoghi più significativi del territorio, a cominciare dal nostro gioiello più prezioso, ovvero l’antica città di Nora, tesoro archeologico del Mediterraneo. Fondata dai Fenici, accanto a preesistenti insediamenti nuragici, grazie alla sua posizione geografica privilegiata, fu uno dei più importanti porti commerciali dell’antichità. Nel 238 a.C. divenne città romana e nel I d.C. divenne municipium. Nei due secoli successivi, visse il massimo splendore e fu caput viae, chilometro zero di tutte le strade dell’Isola.
Grazie agli studenti e ai volontari delle Associazioni locali, sarà possibile immergersi nel patrimonio storico, culturale e naturalistico di Pula.
Prospicente ad essa, il mare si fonde con le acque della laguna di Nora, in cui vivono, in armonia con i profumi e i colori della macchia mediterranea, numerose specie animali, tra cui il gabbiano corso, gli aironi, i fenicotteri e il martin pescatoreProseguendo il nostro cammino ci troviamo dinnanzi alla Chiesa di Sant’Efisio, edificata nel XI secolo dai monaci Vittorini su un precedente luogo di culto paleocristiano. Ogni anno, dal 1° al 4 maggio, si svolge la Festa di Sant’Efisio: un grande pellegrinaggio per lo scioglimento del voto della Municipalità di Cagliari, che parte dalla Chiesa di Stampace e giunge poi a Nora, luogo del martirio del Santo, facendo tappa anche nella Chiesa di San Raimondo.
Il percorso prosegue con la visita a monumenti di epoche più recenti, ma che sono tutt’oggi fulcro della vita della cittadina: la Chiesa di San Giovanni Battista e il centro culturale Pretura Regia, la quale fu anche sede municipale fino alla prima metà degli anni 80 e oggi sede della rinnovata Biblioteca Comunale e dell’Archivio Storico.
E’ per noi un piacere e fonte di orgoglio il poter condividere con tutti voi, la storia millenaria del nostro territorio e la cultura da esso espressa, la quale abbraccia molteplici aspetti, anche in termini di valorizzazione e sostenibilità ambientale.
Ci auguriamo che questa esperienza possa trasmette in chi vorrà condividerla, il fascino e le suggestioni che tanti visitatori, fin dalla notte dei tempi hanno provato mettendo piede nei luoghi più suggestivi del nostro territorio. Siamo comunque certi che la troverete ricca di spunti di interesse e curiosità, tanto da farvi desiderare di far ritorno in altre occasioni.

La Sindaca
Carla Medau

L’Assessore alla Cultura
Massimiliano Zucca

          

Vai al sito ufficiale del Comune di Pula
SCARICA LA BROCHURE

Informazioni Utili

I monumenti, tranne la Chiesa di San Giovanni e la Laguna di Nora, saranno visitabili gratuitamente sabato 14 e domenica 15 maggio dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00

Per visitare il Sito Archeologico di Nora è necessaria la prenotazione tramite il numero di Tel. 0709209366

La Chiesa di San Giovanni osserverà il seguente orario di visita:
– Sabato 14 maggio – dalle 09.00 alle 13.00
– Domenica 15 maggio – dalle 15 alle 18.00

Ceas – la Laguna di Nora osserverà il seguente orario di visita solo attraverso prenotazione (Tel. 070 920 9544):
– Sabato 14 maggio – visita guidata ore 11.30 per max 30 persone
– Domenica 15 maggio – visita guidata ore 11.30 per max 30 persone

  • Per la visita ai siti si consigliano abbigliamento e scarpe comode.
  • Le visite alle chiese saranno sospese durante le funzioni religiose.
  • È facoltà dei responsabili della manifestazione limitare o sospendere in qualsiasi momento, per l’incolumità dei visitatori o dei beni, le visite ai monumenti.
  • In alcuni siti la visita potrà essere parziale per ragioni organizzative o di afflusso.
Infopoint: 070/9209333
Aperto da Lunedì a Domenica ore 10:00-13:00 / 16:00-19:00

I Monumenti

Iniziativa speciale