San Gavino Monreale conta circa 8.500 abitanti ed è ubicato al centro del Campidano. La posizione pianeggiante del territorio ha facilitato la coltura del riso e dello zafferano, oltre a quella delle granaglie e alla vite. Il paese si fregia del titolo di “capitale dello zafferano” e produce ben il 60% della quantità totale di zafferano italiano, con colture a marchio DOP. La linea ferroviaria collegò direttamente San Gavino Monreale con Cagliari e lo inserì nel grande settore dell’industria mineraria che interessava il bacino minerario di Montevecchio. In virtù di ciò sorse la Fonderia di San Gavino nel 1932, la quale avviò la sostanziale modernizzazione del paese e per oltre settant’anni ha rappresentato una delle principali realtà industriali dell’isola. È stata per diverso tempo la più grande d’Europa, universalmente famosa per la produzione di pallini da caccia, adoperati alle Olimpiadi dal 1956 in virtù della pregevole fattura. Oggi è anche noto come paese dei murales ed è conosciuto per il suo Carnevale Storico.

Vai al sito ufficiale del Comune di San Gavino Monreale

Informazioni Utili

I monumenti saranno visitabili gratuitamente, sabato e domenica 

  • Per la visita ai siti si consigliano abbigliamento e scarpe comode.
  • Le visite alle chiese saranno sospese durante le funzioni religiose.
  • È facoltà dei responsabili della manifestazione limitare o sospendere in qualsiasi momento, per l’incolumità dei visitatori o dei beni, le visite ai monumenti.
  • In alcuni siti la visita potrebbe essere parziale per ragioni organizzative o di afflusso.

I monumenti

L’itinerario

Eventi speciali