Project Description

Baccu Locci è uno dei siti minerari più suggestivi dell’Isola, è ubicato in prossimità delle sponde dell’omonimo torrente e rappresenta un esempio emblematico di architettura classica mineraria in Sardegna.

Il villaggio, con un’estensione pari a 2700 kmq, è inserito in un contesto paesaggistico-ambientale di straordinaria bellezza, caratterizzato dalla presenza di profonde valli, in cui prevale una vegetazione a macchia tipicamente mediterranea.

Risalente ai primi del 900, il complesso minerario, che rimase in attività fino al 1965 per l’estrazione dell’arsenopirite, comprende circa trenta edifici e una ricca dotazione di rari impianti industriali per l’estrazione del minerale. 

 L’area di Pranu Trebini è localizzata a Sud dell’altopiano del Salto di Quirra e sovrasta il borgo minerario di Baccu Locci. Pranu Trebini si estende per circa 0,4 km2 ed è caratterizzato da forme tabulari calcaree e arenacee. La località si contraddistingue per la grande varietà di forme derivanti dall’azione erosiva selettiva degli agenti atmosferici sulle diverse tipologie di roccia. Il sito è caratterizzato da una profonda e stretta valle dall’elevato valore scenico e paesaggistico, nella quale si susseguono singolari morfologie quali archi, guglie, cornici e città di roccia. Tali forme vengono intervallate da punti panoramici sui profondi canyon del Rio Baccu Locci e ampie caverne, utilizzate dai pastori locali fino a qualche decennio fa. L’ambiente di formazione è marino, come pure testimoniato dai numerosi ritrovamenti di organismi fossili.