Qualche cenno sull'argomento:

Lungo la strada denominata un tempo via Dritta, è ubicata l’ottocentesca casa del Canonico Felice Putzu, storico della Chiesa e direttore dell’Archivio arcivescovile di Cagliari. La palazzina poggia su fondamenta e zoccolo in pietrame, mentre la struttura è realizzata con mattoni crudi (làdiris). L’esterno presenta un ampio fronte, un imponente portale e due ordini di finestre ornate da fregi floreali. Il fabbricato si sviluppa su due livelli e da una serie di locali accessori, secondo la tipica disposizione a corte della casa campidanese. La Carta del Real Corpo d’Armata (1845) riporta la planimetria dell’intero fabbricato. Caratteristica di questa domus sono gli affreschi in stile Liberty che abbelliscono le volte delle stanze al primo piano. Acquistata nel 1989 dal Comune e oggetto di un lungo intervento di ristrutturazione, oggi ospita varie attività culturali oltre al banchetto (su cumbìdu) dell’Antico Sposalizio Selargino.