Qualche cenno sull'argomento:

Dal sentiero sterrato, immerso nel verde, che si apre dal colle San Simeone o dalla strada che dai piedi della Gradinata si apre sulla destra, si raggiunge un luogo pieno di fascino e storie da raccontare. Piccole squame colorate compongono una cupola tondeggiante.

Per lo stile costruttivo e la presenza della cupola all’incrocio dei bracci, alcuni hanno ipotizzato la sua datazione in età paleocristiana (IV-V secolo), vicina al modello delle grandi chiese cupolate della Sardegna. Non manca chi, però, la data all’età giudicale.

Il monumento, sito nell’area di un’antica necropoli romana è un edificio con pianta a croce latina, con gli ambienti voltati a botte a tutto sesto ed un portico che corre in facciata e lungo i lati, costruito in fase successiva.