Qualche cenno sull'argomento:

I ruderi degli ambienti della fortezza di Baratuli, sorta su preesistenze nuragiche, sono compresi in uno schema planimetrico esagonale. Costruita per conto dei Giudici di Cagliari nella metà circa del XII secolo, fu abbandonata nei primi decenni del XIV secolo. Il sito è strettamente connesso alla storia della villa Baratuli, un villaggio medievale oggi scomparso. Nel 1454, il castello distrutto con il vicino villaggio spopolato di Baratuli, già proprietà di Michele Ferrer, fu acquistato dal feudatario di Monastir Pietro Bellit insieme alla villa già spopolata di Nurgi che faceva parte, insieme alle altre piccole ville di Santu Sadurru e Santa Lucia, delle dipendenze del castello di Baratuli. Attualmente la fortezza è oggetto di lavori di scavo e consolidamento, che ne mettono ulteriormente in risalto la bellezza e l’importanza e che ne permetteranno un’agevole fruizione.