Project Description

Chiesa di San Giovanni Battista
Si trova nella località San Giovanni, in una posizione intermedia tra la peschiera di San Giovanni a nord, e la Torre dei Dieci Cavalli a sud. Il monumento è costituito da pietrame di grandi e piccole dimensioni, legato con malta, e disposto secondo filari murari pressoché regolari. L’interno consiste in un’unica navata di pianta rettangolare. La chiesa fu oggetto di ripetuti saccheggi e distruzioni durante le invasioni moresche, pertanto più volte riedificata.
Non si hanno dati certi sulla cronologia dell’edificio; è stato ipotizzato che la chiesa rientri all’interno di quello stile architettonico bizantino utilizzato per gli edifici di conto di minore importanza, poiché situati in territori a bassa intensità abitativa.

Ceas Naturalia
Il Centro di educazione ambientale Naturalia espone nel museo naturalista le proprie collezioni tassidermiste di uccelli e mammiferi, uova, minerali e insetti. La collezione tassidermista dispone di numerose valenze scientifiche come diversi esemplari di uccelli dall’enorme valore didattico e biogeografico, alcuni dei quali rari in Sardegna come l’Aquila del Bonelli, il Falco pescatore, il Gufo reale, il Pollo sultano e la Gallina prataiola. Gran parte dei materiali sono esposti attraverso la tecnica del diorama temporaneo che prevede il loro inserimento nel loro habitat appositamente creato.

Pranu is Calas
Si è ritenuto a lungo che l’area archeologica di Pranu Is Calas costituisse un significativo complesso culturale di età preistorica, formato da una concentrazione intenzionale di menhirs. In seguito, un’indagine archeologica ha evidenziato la presenza di strutture murarie disposte con una certa regolarità ma ridotte ai soli filari di base; i così detti menhirs costituiscono in questo elementi di murature a telaio. Reperti ceramici permettono una datazione a età romana imperiale. A circa 200 metri su un rilievo si trova il proto nuraghe denominato Nuraghe Is Calas. Si tratta di una struttura di forma semicircolare con una camera; è costruito con conci di grosse e medie dimensioni di forma quadrangolare e poliedrica, disposti in filari murari irregolari. La posizione dell’ingresso e lo spessore dei paramenti murari non risultano leggibili a causa dello stato di degradazione della struttura.

Cuili Piras
Situato a sud-ovest delle montagne di Castiadas, all’interno di un terreno privato, si trova il complesso megalitico Cuili Piras, composto da 53 menhirs riconducibili a popolazioni di epoca preistorica. La maggior parte dei monoliti sono infissi nel terreno, forse nella loro posizione originaria, mentre alcuni giacciono al suolo. Tra i menhirs si individuano resti di strutture murarie abitative e funerarie di epoche successive al primo impianto di età nuragica. Sono stati rinvenuti materiali di età storica e reperti fittili e litici di epoca nuragica, in rapporto con la costruzione megalitica situata a breve distanza, sulla cresta granitica denominata Monte Crobu.