Qualche cenno sull'argomento:

Ai piedi del Monte Arci, in un territorio abitato n dal periodo Neolitico tardo (IV-primi del III millennio a.C.), si trova il maestoso complesso nuragico de “Sa Domu Beccia”. Realizzato in roccia basaltica più o meno sbozzata, il nuraghe è costituito da sette torri unite tra loro da un bastione.
Al centro dell’area è collocato il mastio, ossia la torre centrale, a cui si accede attraverso un cortile, provvisto di un pozzo della profondità di oltre 11 m. All’interno del mastio si conserva ancora il pavimento originale e si dipartono tre rampe di scale, che dovevano condurre ai livelli superiori purtroppo perduti. Lo splendido fortilizio è circondato da un antemurale turrito a pianta ettagonale al cui interno sono state individuate alcune capanne.
L’intera area misura in totale 3600 m2.
La datazione del complesso è compresa tra l’età del Bronzo e la prima età del Ferro, tra il 1150 ed il 750 a. C.