Qualche cenno sull'argomento:

La Chiesa, dedicata alla Beata Vergine Assunta, si erge monumentale nell’omonima piazza. Costruita nel XV secolo, presenta una pianta a croce latina con abside semicircolare, sei cappelle laterali voltate a botte e cupola posta all’incrocio dei bracci con il transetto. Divenuta parrocchiale forse in sostituzione della più antica chie sa di San Giuliano, quella dell’Assunta si presenta oggi con una veste esterna nata dai rifacimenti della II metà dell’800, che interessarono soprattutto la facciata e il campanile. Quest’ultimo conserva ancora la più antica delle sue campane, datata al 1593 ed opera del maestro fonditore napoletano Laurentius Brotto. Tra i pezzi degni di nota conservati al suo interno: l’altare maggiore, il pulpito, il fonte battesimale settecentesco, alcuni riquadri dipinti con scene dei Misteri Dolorosi della II metà del ‘600, una croce d’argento in stile aragonese e capolavoro dell’arte argentaria sarda del secolo XIV, un organo di primo ‘800 restaurato.