Qualche cenno sull'argomento:

In occasione della seconda Guerra Mondiale, anche a Gonnosfanadiga si costruirono dei rifugi in cui nascondersi durante i bombardamenti. In particolare, dopo l’eccidio del 17 Febbraio, ci fu l’esigenza di costruirne degli altri. I rifugi, dislocati sia nei monti che all’interno delle case, permettevano di riunire le famiglie di un intero vicinato.